Lutto improvviso: lo sport italiano piange l’ex campionessa

Lutto improvviso sconvolge gli appassionati della kickboxing: è morta a soli 37 anni nel suo appartamento

Un lutto incredibilmente doloroso e inaspettato sconvolge non solo la comunità abruzzese, ma anche l’intero mondo dello sport italiano. È morta improvvisamente nel suo appartamento per motivi tutt’oggi ancora poco noti e sui quali la magistratura sta già indagando.

Lutto improvviso, sport italiano piange campionessa
Morta improvvisamente la campionessa di kickboxing (Ansa) – Sportitalia.it

Molte persone la conoscevano e sono rimasti senza parole per quanto è accaduto. In occasione dei funerali l’intera città si è riunita per sostenere i familiari e tutti colori i quali hanno avuto a che fare con lei durante la sua breve ma intensa esistenza.

È scomparsa a soli 37 anni l’ex campionessa mondiale di kickboxing Miriam Francesca Vivarini, autrice in passato di vittorie memorabili che hanno dato lustro all’intera regione abruzzese. La ragazza è stata trovata esanime nel suo appartamento di Pescara e ad oggi non si conoscono i motivi precisi per i quali è deceduta improvvisamente.

Pescara, addio alla campionessa di kickboxing Miriam Francesca Vivarini

Grande cordoglio e commozione nel ricordare non solo le gesta dell’atleta, ma anche la persona solare con cui molti cittadini pescaresi e non avevano avuto a che fare negli ultimi anni. Miriam era cresciuta sportivamente nella palestra del team di Maurizio D’Aloia, scomparso anch’egli diversi anni fa, dove aveva imparato l’arte di questo sport, basato tanto sulla disciplina quanto sulla cura del fisico.

Addio all'ex campionessa di kickboxing Miriam Vivarini
Morta improvvisamente Miriam Francesca Vivarini (Ansa) – Sportitalia.it

Miriam era riuscita a vincere con merito un titolo mondiale, mentre nel 2014 migliorò il proprio ricco palmares ottenendo una medaglia d’argento nei campionati europei della specialità K1. Negli anni successivi aveva vinto poi diversi campionati nazionali risultando sempre molto sportiva contro gli avversari.

Il parroco che ha celebrato i suoi funerali l’ha descritta con le seguenti parole: “Una ragazza forte, abituata al sacrificio e a combattere per lo sport che amava più di tutto“. Mentre una sua cara amica l’ha voluta ricordare sui social network come una grande combattente sul ring, capace di sprigionare una grande empatia una volta tolti i guantoni.

Nella cattedrale di San Cetteo a Pescara, luogo in cui si sono svolti i funerali, c’erano i suoi genitori Dario e Norma, i suoi fratelli Sara e Davide e molti colleghi che hanno condiviso con lei la passione per la kickboxing: presente, oltre alle scuole di boxe della città, anche l’ex campione del mondo Riccardo Bergamini, oggi vicepresidente della Federazione Italiana Kickboxing (Federkombat).