Baldanzi alla Roma: vice Dybala o qualcosa di più?

Dopo l’addio di José Mourinho, la Roma, su indicazione di Daniele De Rossi ha deciso di muoversi acquistando Angelino e Tommaso Baldanzi. Acquisti che nell’ottica del neo tecnico giallorosso aiuteranno la Roma aumenteranno la qualità complessiva della rosa romanista. Ma se Angelino sarà certamente un rinforzo importante sulla sinistra, tanta curiosità c’è attorno al profilo dell’ex talentino dell’Empoli.

Baldanzi vice Dybala?

In molti in queste ore in cui Baldanzi ha cominciato a lavorare a Trigoria con i nuovi compagni, si sono chiesti che ruolo il classe 2003 avrà nella Roma. Il fantasista toscano si è messo in luce in questi anni tra Empoli e Nazionali giovanili grazie alla sua capacità di saltare l’uomo, la precisione del suo mancino, la sua visione del gioco offensivo. Caratteristiche che fanno di lui un perfetto alter ego di Dybala e dunque in molti hanno immaginato che Tommaso sarà o potrebbe realisticamente essere il sostituto di Dybala. In giallorosso è chiamato a fare un salto di qualità anche a livello caratteriale, dopo il calo di questa stagione.

Una vera alternativa a Dybala è stata in questo anno e mezzo anni con José Mourinho la grande mancanza della Roma. In assenza dell’argentino, la squadra perdeva campo, misure, geometrie e fantasia. La Roma senza la sua Joya subiva un contraccolpo talvolta anche psicologico. Un esempio, portato pubblicamente, lo ha portato lo stesso tecnico portoghese dopo Milan-Roma, quando Paulo è dovuto uscire all’intervallo. Mou aveva poi detto che nello spogliatoio l’uscita di Dybala aveva tolto fiducia a tutta la squadra. Insomma, Baldanzi, che per caratteristiche e piede, ricorda molto Paulo potrebbe essere il suo vice. Ma non solo.

Roma, e se Baldanzi giocasse accanto a Dybala?

Nelle prime due uscite stagionali, Daniele De Rossi ha provato a variare il modulo della sua Roma. La modifica più evidente DDR l’ha fatta in difesa dove ha schierato per ben due volte la difesa a quattro. 4-3-2-1 lo schieramento dei giallorossi, che a accanto a Dybala, alle spalle di Lukaku, hanno visto agire El Shaarawy. Nell’idea dell’ex Campione del Mondo 2006 ci potrebbe essere anche la possibilità che Baldanzi giochi con Dybala nei due dietro la punta.

A quel punto la Roma avrebbe due registi offensivi, di cui uno, Dybala, molto più libero di puntare alla porta, mentre Baldanzi avrebbe più il compito di legare il gioco. In questa maniera, i giallorossi potrebbero avere in campo contemporaneamente Pellegrini, Dybala e Baldanzi. Un trio di geometrie e fantasia a supporto della fisicità e del fiuto del gol del centravanti belga. Mentre sulle fasce, con l’inserimento di Angelino, aumenta anche la qualità nella spinta degli esterni difensivi. Attenzione dunque all’inserimento di Baldanzi alla Roma: il fantasista italiano potrebbe essere ben più di un’alternativa.