Roma forza quattro, adesso l’esame Inter

Poker servito per un tris di sopravvivenza. Nella zona alta di campionato si intende. La Roma di DDR viaggia, a ritmo spedito, a un punto da quella zona Champions sognata e finalmente alla portata. Niente miracoli: 9 punti tra Hellas, Salernitana e Cagliari. Ripassare dal via per la prova del nove. Quella vera, che ci sarà la prossima settimana. Quando all’Olimpico arriverà l’Inter di Inzaghi proiettata verso lo scudetto della stella. Intanto Daniele da Ostia ritrova le sue, di stelle. Il capitano Pellegrini alla terza marcatura totale, Dybala sempre più leader e anche la giovane stellina Huijsen, alla prima rete in Serie A.

Inizio flash per la Roma, con buona pace di Sor Claudio

Sarà la pista d’atletica, sarà la serata primaverile, pronti via la Roma esce dai blocchi in un lampo. Ecco Pellegrini, capitano rinato: intristito panchinaro nell’ultima creatura di Mou, ritrovato leader con DDR. Gol dopo un minuto di gioco e subito la mente a uno dei frame più cliccati sui social giallorossi. Trigoria, quartier generale, in palestra De Rossi e Pellegrini a confronto. Occhi romanisti negli occhi romanisti. E la chiave in campo è presto trovata. Qualità al potere e il sette a comandare la situazione. Claudio Ranieri incassa: il Cagliari non esiste, rimasto ad Asseminello ad aspettare l’altra capitolina, la Lazio di Sarri che arriverà tra qualche giorno. In campo i sardi girano a vuoto e negli spazi entra come un lampo la Joya. Dybala, doppio Dybala anzi. La gioia la Curva Sud la ritrova così, con i suoi pezzi pregiati. Nella serata che incorona anche il talento di Huijsen. L’olandese volante cala il poker nella settimana più amara, quella dell’esclusione dalla lista Uefa ma dopo aver incassato anche le parole di elogio del tecnico. La Roma parzialmente si ritrova, sbattendo di nuovo i pugni sul tavolo del campionato reclamando i galloni europei più prestigiosi. E all’orizzonte un impegno di maturità assoluto.

L’Inter di Simone e uno sguardo alle stelle

Preoccupa poco la sostituzione di Angelino, fuori precauzionalmente per crampi e scelto dal primo minuto. Preoccupa ancora meno la casella zero ai minuti giocati da Baldanzi. Il suo momento arriverà. Ne è convinto De Rossi che ha parlato con il solito coraggio e la solita… vena coraggiosa nel post gara. Rodaggio finito, perché il prossimo sarà un weekend da brividi. Ecco l’Inter, un motore a cilindrata massima dopo la vittoria di autorità nel derby d’Italia. Ecco Inzaghi, a tornare in quello stadio che lo ha consacrato al grande calcio italiano e avversario sempre particolare per la Roma. In mezzo una settimana per continuare a ritrovarsi ancora. Mettendoci grinta e sentimento. Quel core…de Roma, in onore a Giacomo Losi. Ex capitano di tante battaglie che la Capitale ha salutato per l’ultima volta contro il Cagliari. Servirà il suo esempio e il suo coraggio, per riportare le stelle giuste nel cielo calcistico romano.