Il primo Roma-Inter di De Rossi in panchina contro i nerazzurri da Scudetto

Sfida delicatissima all’Olimpico tra Roma e Inter. La prima sfida tra giallorossi e nerazzurri con Daniele De Rossi in panchina contro i nerazzurri di Simone Inzaghi. De Rossi, che da giocatore ha provato a mettere in discussione il dominio dell’Inter dell’era Moratti. Per Simone Inzaghi è un mini derby, visto il suo lungo e indissolubile legame con la Lazio.

Roma, contro l’Inter un esame di maturità

Alle 18, la Roma di Daniele De Rossi avrà un esame molto importante. Dopo le prime tre uscite molto positive, la squadra giallorossa cerca conferme contro il primo avversario di livello. La squadra di De Rossi sembra aver trovato una quadratura con il 4-3-2-1. I ragazzi dell’ex capitano gialloross hanno trovato continuità in difesa e in attacco: 8 gol quelli fatti, solo due subiti. E con queste credenziali che la squadra capitolina si presente al confronto con la capolista.

Inter, entusiasmo alle stelle

Dopo la vittoria in casa contro la Juventus, l’Inter sfida la Roma per confermare il vantaggio “parziale” almeno a +4, in attesa della gara di lunedì dei bianconeri contro l’Udinese. L’entusiasmo in casa Inter è alle stelle. La squadra e l’ambiente sentono di aver imboccato la strada giusta per arrivare allo Scudetto e il tecnico ex Lazio non farà turnover. Niente calcoli in avvicinamento alla sfida di Champions League con l’Atletico Madrid. Per riposarsi ci sarà modo e tempo in settimana e se necessario concederà turni di riposo nel match del prossimo weekend contro la Salernitana.

Inter-Roma, all’andata dominio nerazzurro

L’andata tra nerazzurri e giallorossi premiò con un gol nel finale la squadra milanese. L’1-0 del triplice fischio però non deve ingannare. Il match fu tutt’altro che equilibrato. La formazione dell’allora tecnico romanista José Mourinho giocò la sua classica partita remissiva, e passivamente subì il gol-vittoria di Thuram.

De Rossi affronterà la gara con diverso spirito, ma dovrà comunque essere prudente perché l’Inter non è il Cagliari, il Verona o la Salernitana. Detto questo, dopo il vantaggio dell’Inter all’andata la Roma riuscì ad impensierire Sommer. Motivo per cui ci si aspetta che i giallorossi siano più coraggiosi. Collezionare punti contro la capolista sarebbe un buon viatico per continuare a creder nell’Europa che conta.