Ferrari, arriva la grande bocciatura: “Ha più problemi”

Alla vigilia della nuova stagione di Formula 1, la Ferrari ha già palesato alcuni problemi in pista: le osservazioni dell’esperto sono chiare

In questi giorni, all’International Circuit del Bahrain, si sono disputati i test pre-stagionali di Formula 1. Nel consueto appuntamento di scena alla vigilia del campionato, i dieci team in griglia hanno raccolto informazioni preziose in vista del primo weekend del Mondiale, in programma – sempre sul tracciato situato alla periferia di Manama – tra l’1 e il 3 marzo.

Arriva la prima bocciatura per la Ferrari
Il team di Maranello è alle prese con i test pre-stagionali in Bahrain: prima bocciatura (Lapresse) – Sportitalia.it

Neanche a dirlo, la scuderia più in palla è apparsa la Red Bull campione in carica, con Max Verstappen mattatore sin dalle prime tornate. Tanto che, secondo gli esperti, quella che sta per iniziare è già possibile definirla “una prosecuzione della stagione 2023” letteralmente dominata dalla compagine austriaca. Del resto, la concorrenza continua a palesare problemi. È il caso ad esempio della Scuderia Ferrari.

Ferrari, la SF-24 non decolla: in casa Red Bull gongolano. Le parole di Marko

Reduce da un 2023 al di sotto delle aspettative, la squadra italiana si è presentata ai nastri di parenza con una vettura, la SF-24, radicalmente diversa dalla monoposto affidata a Charles Leclerc e Carlos Sainz per lo scorso campionato. L’obiettivo dichiarato dei vertici di Maranello è quello di dare filo da torcere alla Red Bull, ma i primi responsi della pista sono stati abbastanza deludenti, in termini di tempi sul giro e non solo. Soprattutto se rapportati a quelli conseguiti dal team di Milton Keynes, che adesso gongola e provoca tramite la figura di Helmut Marko.

Arriva la prima bocciatura per la Ferrari
Il team di Maranello è alle prese con i test pre-stagionali in Bahrain: prima bocciatura (Lapresse) – Sportitalia.it

Il noto dirigente, infatti, non ha mancato di sottolineare il trend positivo a vantaggio della sua squadra, mandando anche una frecciata velenosa al resto dei team in griglia. Abbiamo completato 143 giri senza grossi problemi, le auto dei nostri rivali assomigliano tutte alla nostra vettura dell’anno scorso”, ha affermato Marko.

E in effetti, che la concorrenza abbia cercato di emulare la velocissima RB19 guidata da Verstappen e Perez nel 2023 è sotto gli occhi di tutti. In ogni caso, sembrerebbe che il tentativo non abbia avuto grande successo. Perché poi, come dicevamo poc’anzi, i primi riscontri della pista non sono stati favorevoli. Un fatto che l’80enne austriaco ci ha tenuto ad evidenziare con palese soddisfazione: “Guardando l’usura degli pneumatici, sembra che la Ferrari abbia di nuovo più problemi di noi, mentre la McLaren sembra avere un comportamento nervoso”.

Insomma, quando manca circa una settimana all’inizio del Mondiale, non vi sono segnali di possibili ribaltoni nelle gerarchie. Assisteremo dunque ad un’altra annata all’insegna della Red Bull? Ai posteri l’ardua sentenza.

Impostazioni privacy