Sassuolo-Napoli, è l’ora di svegliarsi: ultima chiamata per entrambe?

Sassuolo e Napoli, se non è l’ultima chiamata, poco ci manca. I neroverdi, in piena lotta salvezza, hanno cambiato guida dopo l’ennesimo capitombolo interno di sabato scorso contro l’Empoli: la dirigenza ha optato per l’esonero di Dionisi e la promozione in prima squadra di Bigica, che a partire da oggi vuole catalizzare quantomeno il dinamismo per cercare di risalire una corrente assai pericolosa. In casa partenopea la speranza chiamata Europa è complicata, tra errori individuali e una stagione nata male che rischia di finire peggio. Calzona vuole coraggio e personalità, chiedendo ai suoi ragazzi fame di vittoria e i tre punti per ripartire.

Le probabili formazioni e le chiavi tattiche

Bigica ha parlato a lungo con i giocatori, chiedendo loro di ritrovare anzitutto fiducia ed entusiasmo. Una funzione psicologica, più che da allenatore, per una situazione divenuta complicata. Mancherà ancora Berardi, ecco dunque che sulla trequarti la chiave sarà il posizionamento di Bajrami, pronto con estro e fantasia ad accendersi senza dare punti di riferimento. Volpato e Laurienté agiranno alle spalle del riferimento avanzato Pinamonti. Il nuovo tecnico s’aspetta una reazione dai giocatori, senza farsi condizionare dalla classifica.

Napoli, 120 milioni per Kvaratskhelia
Il Napoli saluta Kvaratskhelia, arrivano 120 milioni (LaPresse) – Sportitalia.it

Da 14 stagioni il Napoli si qualifica in Europa. C’è la sensazione che buona parte del progetto di De Laurentiis passi dalla qualificazione. Il finale di stagione inciderà pesantemente sulle strategie dirigenziali perché senza un posto in Europa convincere i big alla permanenza sarebbe davvero difficile, se non impossibile. Osimhen, comunque, molto probabilmente lascerà. Ma tocca pensare al presente: Calzona schiera il classico 4-3-3 con i titolarissimi in fase offensiva: Politano e Kvara ai fianchi del nigeriano. Muovere la retroguardia di Dionisi costituisce uno dei possibili grimaldelli. Reggio Emilia, tappa cruciale: ci si gioca una fetta di futuro.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Pedersen, Kumbulla, Ferrari, Doig; Thorstvedt, Henrique; Volpato, Bajrami, Laurienté; Pinamonti. All.: Bigica.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrhamani, Natan, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvataskhelia. All.: Calzona.

Impostazioni privacy