Empoli, Nicola: “Un peccato non aver portato a casa il punto”

Davide Nicola, allenatore dell’Empoli ha parlato dopo la sconfitta interna 0-1 contro il Bologna ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole: “Il Bologna è una squadra molto forte. Nel secondo tempo non siamo riusciti a pressare come nel primo. Dispiace per come abbiamo preso il gol, a volte ci manca un po’ di mestiere. Con Bologna e Milan abbiamo fatto due buone partite. Non sono arrivati risultati ma a me basta lo spirito che hanno messo i miei ragazzi. A volte siamo ancora un po’ troppo frenetici“.

Nicola parla così sul momento dell’Empoli

Sul momento: “In alcune gare abbiamo fatto 3 gol. Sono 3 gare che ci manca la qualità nella scelta, bisogna anche dare merito agli avversari. Dispiace per come abbiamo preso il gol, nasce da un nostro contropiede sbagliato, potevamo segnare noi. I ragazzi devono solo capire che bisogna essere estremamente pratici fino alla fine. Dispiace ma dobbiamo ripartire. Penso anche all’occasione di Niang. Ma resto sempre fiducioso”.

Il tecnico dei toscani continua così

Sugli scontri diretti nelle prossime gare: “Nelle 9 gare nella mia gestione per me manca solo il punto contro il Cagliari che si poteva avere. E’ anche vero che se non avessimo vinto a Sassuolo alla fine ne avremmo di meno. Ogni partita è diversa in base all’avversario che si affronta. Stasera potevamo riprenderci il punto che ci mancava. Non ci siamo riusciti ma ora dobbiamo già pensare alla prossima gara che dobbiamo disputare. Ci sono ancora 27 punti a disposizione, dobbiamo pensare a quello e curare la settimana. Non mi posso lamentare dei miei ragazzi fin’ora“.

Sulla situazione: “Non avrebbe avuto senso pensare di essere già salvi. 25 punti non ti bastano. Continuare con una media di 2 punti a gara era impossibile. Sarà una battaglia fino alla fine. Se riusciremo a riprendere il passo delle prime sei il discorso potrebbe essere diverso. In ogni caso dobbiamo solo pensare a giocare e vincere per salvarci“.

 

 

Impostazioni privacy