Immenso Zanardi: tutta la verità in un video

Immenso e commovente Alex Zanardi: un video finalmente rivela tutta la verità sul conto del campione bolognese

Alex Zanardi è sinonimo di resilienza, determinazione, coraggio e ovviamente di talento alla guida, che sia una monoposto di Formula 1 o un’handbike.

Immenso Zanardi, ecco tutta la verità
Zanardi, la verità in un video (LaPresse) – sportitalia.it

Nelle sue vene scorre la passione per la velocità tanto che dopo il terribile incidente, il 15 settembre del, 2001, al Lausitzring, oggi ribattezzato Eurospeedway Lausitz, che gli è costato l’amputazione di entrambi gli arti inferiori, Alex Zanardi paraciclista dimostrando che la classe nello sport non è acqua: due ori, nella prova in linea e in quella a cronometro, e un argento in staffetta ai Giochi Paralimpici di Londra 2012, altri due ori olimpici a Rio 2016, nella cronometro e nella staffetta mista, e otto titoli mondiali.

Ma proprio in conseguenza di un incidente (uno spaventoso schianto contro un camion il 19 giugno del 2020) con la sua amata handbike è stato per giorni tra la vita e la morte. Con quello stesso attaccamento alla vita che gli ha fatto superare la difficilissima prova dell’incidente all’ex Lausitzring, Alex Zanardi è uscito dal coma farmacologico e dopo sei settimane di ricovero ospedaliero e quindici operazioni è tornato a casa dove prosegue le cure e la riabilitazione. Di più non si sa troppo sulle sue condizioni di salute.

Alex Zanardi, il video-omaggio fa il pieno di visualizzazioni

Sebbene gli aggiornamenti sulle sue condizioni di salute manchino da un po’ di tempo, Alex Zanardi è sempre nel cuore e nei pensieri dei suoi tifosi e, in generale, degli amanti dei motori.

Zanardi, il video fa il pieno di visualizzazioni
Zanardi, boom di visualizzazioni per il video-omaggio (LaPresse)-sportitalia.it

Lo dimostra il video pubblicato sul suo account youtube da Alberto Naska, pilota e youtuber, intitolato “L’incredibile talento di Alex Zanardi”, che ha fatto il boom di visualizzazioni, quasi 232 mila.

Numeri che fanno registrare solo gli account con milioni di abbonati mentre quello di Alberto Naska vanta 968 mila iscritti. D’altra parte, il video in questione è una vera miniera di preziose informazioni sul pilota e paraciclista emiliano (è nato a Bologna il 23 ottobre del 1966).

In una manciata di minuti, infatti, viene ripercorsa tutta la sua straordinaria carriera, dagli inizi con i kart, a 14 anni, senza avere cospicui mezzi economici essendo figlio di un idraulico e di una sarta, fino allo sbarco in Formula 1 e ai trionfi nel campionato italiano superturismo, nel 2005, e soprattutto in quello Cart nel 1997 e nel 1998.

Successi, in quella che oggi è la Champ Car, che gli hanno consentito di conquistare gli Stati Uniti, da Los Angeles a New York, e che gli hanno fatto meritare il soprannome di ‘pineapple’, ‘ananas’, per la sua capacità di vincere partendo dall’ultimo stallo in griglia e per gli incredibili sorpassi che si inventava diventando così alla fine degli anni ’90 uno dei tre piloti più famosi al mondo.

Insomma, quello di Alberto Naska è un grande omaggio al talento di Zanardi che i suoi tifosi, come dimostrano le visualizzazioni del suo video, hanno gradito molto. Un chiaro segno di come il pilota bolognese manchi tantissimo a chi lo ha ammirato in pista, al volante di una monoposto, e in strada sull’handbike.

Impostazioni privacy