Milan e Atalanta, che scatto. Crollo Juve: che corsa per l’Europa

Terminata l’ultima sosta per le Nazionali, la Serie A è tornata protagonista con la 30esima giornata che, ieri, ha già dato indicazioni molto importanti su quella che sarà la corsa per l’Europa. Il big match tra Napoli e Atalanta ha confermato ciò che abbiamo visto in tutta la stagione: la formazione azzurra non riesce a trovare un equilibrio, e il tris calato dalla formazione di Gian Piero Gasperini ha allontanato sempre di più la squadra verso la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Un 3-0 senza patemi per gli orobici, che si avvicinano a Bologna e Roma e restano agganciati al treno Champions in attesa delle sfide di domani.

Corsa infinita

Bene anche Igor Tudor, all’esordio sulla panchina della Lazio: i biancocelesti vincono in extremis sulla Juventus e possono ancora sperare nella qualificazione alla prossima Europa League. Malissimo i bianconeri, solo una vittoria nelle ultime nove e l’ombra del Bologna che è sempre più significativa. Una squadra svuotata, quella di Massimiliano Allegri, che non ha mai dato l’impressione di poter essere pericolosa e ha ceduto più volte durante le varie fasi della partita. Il discorso Champions, però, non sembra essere in dubbio ma è chiaro che otto giornate sono ancora molte, nonostante la tranquillità di Allegri nel post partita.

Chi andrà sicuramente in Champions è il Milan, che ieri ha espugnato il Franchi di Firenze e ora è secondo con sei punti di vantaggio sulla Fiorentina, che si stacca leggermente dal treno per l’Europa. Chi resta agganciato al treno è il Torino, che battendo di misura il Monza può ancora sperare in una qualificazione europea. Domani si tornerà in campo, il Bologna ospiterà la Salernitana e la Roma sarà impegnata sul difficile campo del Lecce: entrambe vorranno rispondere all’Atalanta per mantenere il solito distacco. Siamo arrivati all’ultimo rush di stagione, e la corsa all’Europa è più aperta che mai.

Impostazioni privacy