Star dello sport operata d’urgenza per un tumore, italiani col fiato sospeso

Non sono stati giorni facile per una star dello sport italiano, e non solo: è stato operato d’urgenza dopo la scoperta del tumore

Ci sono persone che lasciano il segno nello sport e non possono essere dimenticate, soprattutto quando devono fronteggiare problemi importanti per la loro salute. E ancora di più se si tratta di tumori rari, difficili da diagnosticare e per cui bisogna intervenire il prima possibile.

Star dello sport italiano operato d'urgenza
Un volto importante dello sport è stato operato d’urgenza (Ansa Foto) – sportitalia.it

Flavio Briatore può essere considerato a tutti gli effetti un protagonista dei motori in Italia, e in per tutta la Formula 1. Attivo come imprenditore a 360 gradi, si è ritagliato un ruolo importante come team manager della Benetton, poi divenuta Renault. E non si può non menzionare il suo percorso nel calcio, anche se molto meno incisivo, a capo del QPR.

Negli ultimi giorni, si è parlato tanto di lui, stavolta non per i suoi progetti, ma perché gli è stato diagnosticato un tumore benigno al cuore, per cui è stato operato d’urgenza lo scorso 19 marzo al San Raffaele. Tutto sembra essere andato per il meglio, ma di sicuro ha trascorso giorni difficili, di ansia e paura, prima dell’intervento che, si spera, possa essere risolutore.

Flavio Briatore operato per un tumore benigno al cuore: cosa è successo

Se si parla di tumori benigni, bisogna ragionare rispetto a una massa che occupa spazio e causa aritmie, tromboembolie, disturbi valvolari e problemi al pericardio. Per questo, la diagnosi deve avvenire il prima possibile, esattamente come l’intervento chirurgico di asportazione.

Briatore ha dovuto combattere un tumore benigno al cuore
Flavio Briatore è stato operato per un tumore benigno al cuore (LaPresse) – sportitalia.it

Briatore è già diventato testimonial di prevenzione, esattamente come Elisabetta Gregoraci, che ha rivelato di essergli stata vicino in uno dei momenti più difficili della sua vita, esattamente come il figlio Nathan Falco. L’imprenditore non ha fatto mancare i suoi ringraziamenti all’equipe che si è occupata di lui negli scorsi giorni.

“Sono stato 10 giorni al San Raffaele, sono sparito da tutti i social… Devo ringraziare tutta l’equipe del San Raffaele: sono stati geniali, bravissimi”, ha detto. E poi ha ricordato che “non c’è nulla di più prezioso della salute”, avvisando anche tutti i suoi fan. Proprio loro che ora possono tirare un sospiro di sollievo, oggi e per il futuro. Nel suo caso e per tutti i tumori benigni, si esclude la possibilità di metastasi in altre sedi, quindi Briatore dovrà solo sottoporsi a controlli continui per monitorare la situazione.

Impostazioni privacy