Chiesa e Vlahovic, il futuro fa rima con loro

Federico Chiesa e Dusan Vlahovic nel momento del bisogno. Il numero 7 e il numero 9 della Juventus si sono accesi in una delle serate più importanti. Nella semifinale d’andata contro la Lazio. Che potrebbe mettere la parola fine ad un periodo negativo, con i bianconeri che in campionato nelle ultime 9 hanno racimolato 7 punti. Due gol che hanno permesso di ipotecare la finale di Coppa Italia in attesa della sfida di ritorno…

Federico Chiesa, con un contratto in scadenza nel 2025 e senza prolungamento, potrebbe essere ceduto. I contatti tra le parti vanno avanti da mesi, anche se ultimamente la vicenda sembra essersi arenata: c’è ancora distanza tra domanda e offerta resta con la Juventus che non vorrebbe aumentare di tanto l’ingaggio per un giocatore che ha avuto delle difficoltà con Massimiliano Allegri al timone, con l’ex Fiorentina che andrebbe a percepire lo stesso ingaggio attuale, intorno ai 5 milioni di euro a stagione.

In casa bianconera l’altro spina è rappresentata dal contratto di Dusan Vlahovic: la dirigenza da tempo lavora con l’agente per il prolungamento con l’obiettivo di spalmare i costi su più anni e, qualora non si trovasse un accordo, il numero 9 potrebbe finire sul mercato. Vlahovic quest’anno ha messo a segno 16 gol e 3 assist in 28 presenze stagionali. Numeri che certificano l’importanza del serbo all’interno della rosa di Allegri.

Chiesa e Vlahovic: punti fermi di una Juve che dovrebbe ripartire da entrambi con l’obiettivo di tornare grande. Prima in Italia e poi in Europa.

Impostazioni privacy