Arsenal, gli onnipresenti Odegaard-Saka e i cambi di Arteta… ma quell’errore di Raya costa caro

Arsenal e Bayern Monaco hanno regalato spettacolo all’Emirates: una partita ricca di emozioni e di capovolgimenti di fronte con i cambi di Arteta che hanno inciso sull’esito positivo del match. Trossard e Gabriel Jesus, entrati dalla panchina, hanno propiziato il gol del 2-2 dopo che i bavaresi avevano ribaltato, nella prima frazione di gioco con Gnabry e Kane, l’iniziale vantaggio di Saka.

Un Mikel Arteta contento a metà al termine di un match in cui i Gunners, poco prima dell’errore di White sotto porta e, soprattutto, dell’infortunio di Raya (uscito in maniera sconsiderata) in occasione del gol del pareggio bavarese, che ha condizionato l’errato disimpegno di Gabriel, avrebbero sicuramente meritato di più… senza dimenticare il fallo di rigore di Saliba ai danni di Sané. Le note positive sono sicuramente le prestazioni di Saka e di capitan Odeegard decisivo a più riprese soprattutto in occasione di un recupero prodigioso a Sané lanciato verso la porta difesa da Raya.

Gabriel Jesus
Gabriel Jesus (Ansa Foto)

 

“Sono molto orgoglioso e ora sento la convinzione che andremo a Monaco e avremo la possibilità di vincere. Abbiamo reagito bene e non ci siamo mai arresi. Dobbiamo alzare il livello in alcuni aspetti del gioco per essere migliori: abbiamo commesso alcuni errori oggi, e spero che la prossima volta ce ne saranno meno. Ma okay, è successo oggi, impariamo da questo, sosteniamo quei giocatori… fa parte del calcio”, ha dichiarato il tecnico al termine del match tra Arsenal e Bayern Monaco. Tutto da rifare settimana prossima all’Allianz Arena: si ripartirà dal 2-2 maturato in terra inglese, con Odeegard (premiato come MVP del match) e compagni che proveranno a staccare il pass per le semifinali della competizione dalle grandi orecchie in uno stadio che proverà  a spingere i tedeschi verso le Final Four.

Impostazioni privacy