Leclerc, il problema è enorme: ha svelato tutto

Charles Leclerc al centro delle polemiche, attenzione all’opinione degli addetti ai lavori in merito al suo problema più grande

Il mondiale di Formula 1 prosegue, e quando mancano sempre meno giorni al sesto appuntamento dell’anno, gli spunti di cui parlare sono sempre molti. Il prossimo weekend si scenderà in pista a Miami, in un Gran Premio attesissimo per via di numerosi temi caldi che, al momento, infiammano il circus.

Ferrari, Leclerc non è pronto: le parole degli ex piloti
Ferrari al centro dell’attenzione, il motivo (ansafoto.it) sportitalia.it

Su tutti il mercato, che per ora è diviso in due. Da un lato il futuro della Red Bull, con il sempre più possibile addio di Sergio Perez a fine stagione e i dubbi su chi potrebbe prendere il suo posto. Dall’altro lato, come effetto collaterale, le voci su Carlos Sainz e sulla sua prossima scuderia, vista l’imminente separazione dalla Ferrari.

Voci che inevitabilmente alimentano e tengono acceso il fuoco del mercato piloti, perchè principali protagonisti sono i due team al vertice del mondiale: Red Bull e Ferrari. A questo si aggiungono, poi, i rumors legati ad Adrian Newey ed un suo possibile approdo a Maranello, nel tentativo di formare un dream team con Lewis Hamilton e Charles Leclers, anche se quest’ultimo lascia non pochi dubbi agli addetti ai lavori.

Ferrari, Leclerc non è pronto: le parole degli ex piloti

Al centro dell’analisi ci sarebbe il carattere del monegasco, giudicato troppo “buono” per poter puntare a vincere un titolo. Ne hanno parlato due ex piloti, Robert Doornbos e Nico Rosberg.

Ferrari, Leclerc non è pronto: le parole degli ex piloti
Leclerc troppo gentile, le parole forti dei due ex piloti (ansafoto.it) sportitalia.it

Leclerc è troppo gentile per diventare campione del mondo. Non è in grado di fare quello che farebbe un campione del mondo e non sa fare quello che fanno Hamilton o Verstappen. Se anche Ferrari costruisse la macchina migliore del mondo, verrebbe divorato da Hamilton. Leclerc non è un duro quando si tratta di errori o di parlare con gli ingegneri”, ha commentato Doornbos a ‘Ziggo Sports’.

Stesso discorso fatto da Nico Rosberg l’anno scorso, in occasione del Gran Premio d’Italia, quando Leclerc perse il duello contro Sainz, arrivando quarto. “Aveva già perso il giorno prima con la strategia. Leclerc è molto gentile, forse un po’ troppo”, aveva dichiarato Rosberg nel post gp.

Parole forti che sottolineano forse la principale problematica di Charles Leclerc, ancora poco “cattivo” in pista, soprattutto in un paddock dove tutti vogliono battere gli avversari. Occhio al suo futuro, soprattutto quando arriverà Hamilton in Ferrari.

Impostazioni privacy