Milan, testa al Torino: Pioli non pensa al futuro

Il Milan si prepara alle ultime due gare del campionato, prima di pensare al futuro. All’Olimpico Grande Torino andrà di scena molto probabilmente l’ultima trasferta in rossonero per Stefano Pioli, in un anno nel quale i rossoneri avrebbero potuto fare di più soprattutto in europa e invece devono accontentarsi del secondo posto alle spalle dei cugini nerazzurri. Pioli però non vuole sentire parlare di futuro.

Milan, Pioli sul futuro

Massaro ha detto che ‘se si prende un allenatore con incognito, tanto vale tenere Pioli’… “Se Massaro voleva fare un complimento… Non è corretto il ragionamento: ‘Tanto vale tenere Pioli’. Ma: ‘È giusto tenere Pioli perché…’. Non commento“. Sul suo futuro ancora così: Chi? Giroud e Kjaer? (ride, ndr). Cerco di non pensarci. Poi mi incontrerò col club a fine stagione, faremo le nostre valutazioni. Fino ad allora cerco di essere concentrato per aiutare la squadra, poi eventualmente certe emozioni le conoscerò vivendole

Milan, Pioli sulla settimana e Theo

Prima di pensare al futuro dunque c’è da concludere questo campionato, Torino prima e Salernitana poi, due gare nelle quali Pioli concederà spazio a tutta la rosa. Pioli parla così: “È stata una buona settimana finalmente, perché non vincevamo da tanto tempo… Siamo più sereni e credo che la serenità ci possa aiutare a rendere al meglio domani, quindi mi aspetto una prestazione di livello anche per la voglia che abbiamo di chiudere bene il campionato. Oggi non si è allenato Theo che ha avuto un attacco influenzale, quindi vedrò se farà in tempo a recuperare per domani. Se riuscirò, farò giocare tutti in queste ultime due partite“.

Molti cambi di formazione dunque all’orizzonte per il Milan, con Giroud che partirà dalla panchina e lascerà il posto ad Luka Jovic a caccia di gol; per i rossoneri che hanno l’intenzione di concludere al meglio la stagione prima di pensare al futuro.

Impostazioni privacy