Cagliari, l’impresa di Ranieri. Il timbro in trasferta vale la salvezza

Il Cagliari torna da Reggio Emilia con la salvezza in tasca. Un’altra missione completata da Claudio Ranieri che esulta grazie ai gol di Prati e Lapadula. Il successo assume una valenza ancora più significativa se pensiamo che i sardi non vincevano in trasferta in campionato dal 3 marzo, 1-0 in quel caso contro l’Empoli.

Un’altra statistica è di rilievo: è la quarta volta (su quattro) nell’era dei tre punti a vittoria che il Cagliari riesce a salvarsi da neopromossa in Serie A, dopo le stagioni 1998/99, 2004/05, 2016/17.

Così Ranieri a DAZN: “L’ultima impresa è sempre la più bella. Le vittorie col Cagliari mi segnano profondamente perché la mia carriera è iniziata qui, Cagliari è al di sopra di tutto. C’è tanto lavoro dietro questa salvezza e colgo l’occasioni per ringraziare tutti i collaboratori, il Cagliari è una famiglia, i nostri parenti sono tutti tifosi. Li sentiamo vicini, nei momenti difficili ci hanno dato supporto. E’ facile che quando una squadra non va bene vieni fischiato o vieni maledetto, invece i nostri tifosi ci hanno sempre incitato, ci hanno sempre dato quel qualcosa in più. Sono venuti in tutte le trasferte che abbiamo fatto e purtroppo abbiamo vinto solo”.

Impostazioni privacy