Roland Garros, niente da fare per Sinner: cala il gelo

Jannik Sinner e il Roland Garros, notizie contrastanti per il tennista altoatesino: la ‘sentenza’ delle ultime ore è chiara

Jannik Sinner ha sciolto le riserve. Reduce dall’infortunio all’anca destra accusato a Montecarlo e riacutizzatosi a Madrid, il tennista altoatesino ha confermato la sua partecipazione al Roland Garros – secondo slam stagionale in scena da domenica 26 maggio a domenica 9 giugno – ed è già arrivato a Parigi con tutta l’intenzione di dare seguito agli straordinari risultati ottenuti in questo inizio di 2024.

Niente da fare per Sinner al Roland Garros
Roland Garros, Sinner ci sarà: ma con quali prospettive? – Sportitalia.it

L’azzurro – che ha preferito saltare gli Internazionali d’Italia per recuperare al meglio – prenderà parte alla prestigiosa kermesse transalpina da numero due al mondo e da seconda testa di serie del tabellone. All’esordio affronterà il gigante statunitense Christopher Eubanks per poi vedersela, in caso di successo, col vincente della sfida tra il padrone di casa Richard Gasquet e il croato Borna Coric. Tutti giocatori alla sua portata, che lasciano presagire il raggiungimento almeno di un terzo turno sulla terra battuta del Bois de Boulogne.

Roland Garros, Sinner c’è: ma con quali prospettive?

Ma cosa succederà quando il torneo entrerà nel vivo e il gioco comincerà a farsi duro? In effetti, tra appassionati ed addetti ai lavori vi sono grandi incognite e pareri discordanti riguardo le prospettive di Sinner al Roland Garros. Da una parte c’è chi ritiene che il riposo abbia restituito al classe 2001 nostrano una massiccia dose di brillantezza. Dall’altra parte c’è chi invece sostiene che Jannik accuserà le oltre tre settimane trascorse ai box e che i favoriti alla vittoria del titolo siano altri.

Niente da fare per Sinner al Roland Garros
Roland Garros, più Alcaraz che Sinner: il parere di Juan Carlos Ferrero (AnsaFoto) – Sportitalia.it

Chi? Carlos Alcaraz, ad esempio, il quale avrà il vantaggio di competere sulla superficie più congeniale al suo tennis. Ne è convinto Juan Carlos Ferrero, coach del baby fenomeno murciano. Penso che vincerà il Roland Garros almeno una volta, ha il gioco per farlo”, ha affermato l’ex numero uno al mondo parlando del suo assistito, durante un’intervista concessa ai microfoni della BBC. Carlos si è sviluppato su questo tipo di campo, anche se non si può dire che i campi in terra battuta siano quelli dove è nato”, ha poi aggiunto.

Ferrero ha infine concluso il suo intervento lasciandosi andare ad una considerazione che la dice lunga sull’approccio che avrà il classe 2003 iberico alla manifestazione: Quello che mi piace di più è che pensa sempre in grande, non solo in piccolo. Per essere uno dei migliori giocatori di tutti i tempi bisogna pensare in grande, non c’è altra scelta. Sappiamo che sarà molto difficile battere certi record, ma siamo qui per provarci, per cercare di fare del nostro meglio”.

Non solo tanti appassionati e Juan Carlos Ferrero, anche i bookmakers ritengono che Sinner non sia il primo favorito alla conquista del torneo. Le principali agenzie di scommesse, infatti, vedono in pole proprio Carlos Alcaraz, quotato tra 2.75 e 3, con Novak Djokovic a tallonarlo offerto tra 3.50 e 3.75. La quota di Jannik si aggira invece tra 4 e 5. Staremo a vedere.

Impostazioni privacy