Boom Alcaraz, il dato è mostruoso: gli avversari ora sono avvisati

Carlos Alcaraz ha dato una prova di forza nel primo match valido per il Roland Garros a Parigi. L’infortunio ormai è passato

Il Roland Garros ha avuto ufficialmente inizio e subito ci sono state sorprendenti novità. Basta pensare all’eliminazione al primo turno di Nicolas Jarry, finalista a Roma e ora subito fuori a Parigi. La stessa sorte è toccata al connazionale Tabilo, recente semifinalista al Foro Italico.

Alcaraz statistica match esordio Slam
Carlos Alcaraz lancia un avviso a tutti i rivali del Roland Garros (Foto LaPresse) – Sportitalia.it

Non c’era a Roma, ma resta uno dei favoriti a Parigi, forse il più grande. Stiamo parlando naturalmente di Carlos Alcaraz, numero tre al mondo e principale favorito quando si disputano tornei su terra rossa. Il campione murciano ha saltato alcuni degli ultimi tornei a causa di un problema all’avambraccio ma, a Parigi, è arrivato al 100 % ed è pronto per provare a vincere il suo terzo Slam in carriera dopo Wimbledon e Us Open.

L’esordio è stato ‘spaventoso’. Carlos ha vinto senza alcun patema distruggendo letteralmente il suo avversario, l’americano J.J. Wolf. Parliamo di un tennista senza particolari abilità su questa superficie ma il 6-1;6-2;6-1 inflitto all’avversario da Alcaraz testimonia quanto l’infortunio sia ormai alle spalle. Un dato testimonia come difficilmente Carlos sbaglia eventi del genere.

Carlos Alcaraz, la statistica è impressionante

Carlos Alcaraz non sbaglia mai al debutto. Il tennista spagnolo è 13 vittorie e 0 sconfitte al primo turno dei tornei del Grande Slam. Non sbaglia mai quindi all’esordio e ciò testimonia una personalità chiara nei grandi eventi. Con la prestazione al debutto Alcaraz ha lanciato un avviso a tutti i rivali, lui è pronto e vuole puntare alla vittoria.

Alcaraz statistica vittoria esordio tornei Slam
impressionante Alcaraz, nuovo record negli Slam (Foto LaPresse) -Sportitalia.it

Lo spagnolo spesso tende a saltare eventi a causa di guai fisici o almeno gli è capitato spesso in questa sua primissima parte di carriera. Quando partecipa però a eventi del genere Alcaraz difficilmente sbaglia e anche dalle dichiarazioni nel post match ha lasciato intuire che l’obiettivo è uno solo. Carlos vuole la vittoria.

In questa stagione lo spagnolo ha condiviso alti e bassi e anche in Australia non ha mantenuto tutte le aspettative, è arrivata una buona semifinale ma da uno come lui ci si aspetta molto di più. Ora tra Roland Garros e Wimbledon (dove Alcaraz difende il titolo vinto lo scorso anno) il campione potrà mostrare il proprio livello e provare a vincere e migliorare il suo ranking (attualmente è numero 3 al mondo).

Impostazioni privacy