Alonso compra dalla Ferrari: acquisto a sorpresa

L’Aston Martin vuole ingaggiare un ex della Ferrari per rendere Fernando Alonso di nuovo un campione assoluto

L’Aston Martin non sta per il momento soddisfacendo le aspettative in questa stagione e Lawrence Stroll, proprietario della squadra, vuole scendere in campo per invertire la situazione. Per questo pare stiano pianificando l’esonero di Mike Krack, team manager, vagliando l’ipotesi di un ex della Ferrari come possibile sostituto. Il tutto con l’obiettivo di poter rendere Fernando Alonso più competitivo a breve termine della Formula 1.

alonso punta sempre al massimo e vuole tornare a vincere
Aston Martin pensa a come placare la fame di vittorie di Alonso (foto Ansa) Sportitalia.it

L’Aston Martin è rimasta indietro rispetto al resto dei concorrenti e questo è stato evidente ancora una volta. Solo la bravura di Fernando Alonso ha consentito alla squadra britannica di posizionarsi in una condizione di interessante all’inizio della scorsa stagione, ma non appena le performance del pilota iberico sono tornate nella media, si è vista la vera qualità della vettura.

La verità è che l’Aston Martin ha già perso la sfida con Red Bull, Ferrari, McLaren e anche Mercedes in una stagione sfortunata per la scuderia britannica. A Gaydon si sta lavorando in queste ultime settimane per apportare all’AMR24 miglioramenti che non si sono potuti verificare esattamente a Imola dopo l’incidente di Fernando Alonso nelle terze prove libere.

L’Aston Martin prepara un ingaggio bomba per Alonso

Con l’obiettivo di invertire questa situazione, Lawrence Stroll ha intenzione di mettere mano alla composizione della squadra. Il canadese potrebbe destituire infatti Mick Krack al vertice e mettere al suo posto Mattia Binotto, che fino a poco tempo fa era il numero uno della Ferrari. Il patron non sarebbe contento del tipo di autorevolezza esercitata da Krack e cercherebbe quindi di fare un colpo per poter competere nuovamente contro i migliori team in griglia nel breve periodo.

L’Aston Martin prepara un ingaggio bomba per Alonso
Binotto potrebbe finire all’Aston Martin (foto Ansa) Sportitalia.it

Mattia Binotto ha trascorso complessivamente ventotto anni alla Ferrari fino al termine della stagione 2022, quando ha chiuso con la carica di team manager a seguito di un’immarcescibile vita nella squadra italiana. Dopo aver iniziato la carriera come ingegnere all’interno del team, nel 2014 diventa responsabile delle power unit presso la scuderia di Maranello, dove un tempo lavorava fianco a fianco con Fernando Alonso che all’epoca era il pilota di punta.

Il suo buon lavoro in questa sezione gli è valso la promozione a caposquadra, posizione che ha ricoperto tra il 2019 e la fine del 2022. In un primo momento si era ipotizzato che sarebbe rimasto legato alla Ferrari ma nulla si è rivelato essere più lontano di così dalla verità: Binotto attualmente è senza squadra e l’Aston Martin pare più che interessata ad attingere al suo know-how.

Il tutto con l’obiettivo di ribaltare la situazione e riuscire a fare di Fernando Alonso una vettura da campione con l’entrata in vigore dei nuovi regolamenti per la stagione 2026. Con questo obiettivo si sono già assicurati la Honda come costruttore del motore e Fernando Alonso che ha rinnovato il suo contratto settimane fa fino a questa data. Con l’acquisto di Adrian Newey più che complicato, il dream team potrebbe essere completato da Mattia Binotto. Occorre pazientare per vedere cosa accadrà.

Impostazioni privacy