ESCLUSIVA SI Ag. Infantino: “Prestito? Fiorentina contenta, anno prezioso. Non pensa a ritorno in Argentina”

Terminata la stagione con la sconfitta in finale di Conference League contro l’Olympiakos, la Fiorentina volta pagina: a meno di clamorosi colpi di scena lo farà senza Italiano, arrivato al capolinea della sua esperienza in Viola e con diversi giocatori la cui situazione andrà definita nei prossimi mesi, dopo che verrà fatta la scelta sul nuovo tecnico.

Fra di essi c’è sicuramente Gino Infantino, arrivato la scorsa estate dal Rosario Central: per il centrocampista classe 2003 questo è stato più che altro un anno di adattamento, dato che ha collezionato appena 9 presenze (mai da titolare) fra campionato e coppe. L’agente dell’argentino, Fabian Soldini, è intervenuto in esclusiva a SPORTITALIA, per parlare di lui e del suo futuro.

Questo è stato un anno di crescita per Gino, pur avendo giocato poco?

“Sì, Gino ha avuto una grande crescita ed ha portato avanti l’adattamento al calcio europeo, alla lingua, alla cultura, eccetera. Ha avuto un anno molto felice che purtroppo non è stato coronato dal titolo di ieri”.

Insomma, al fianco di Bonaventura e degli altri centrocampisti viola, ha imparato molto?

“Sì, ecco perché l’annata che ha vissuto è stata molto preziosa per lui. E’ molto felice di giocare al fianco di calciatori di qualità come quelli che ha la Fiorentina”.

Con la Fiorentina avete parlato della possibilità che vada in prestito? O può restare?

“Non abbiamo parlato del suo futuro col club. E quando lo abbiamo fatto in passato, a gennaio, la Fiorentina ci ha detto di essere molto contenta di lui, al punto che non volevano prestarlo in quella sessione di mercato”.

Sempre nell’ipotesi che andasse altrove a trovare spazio: se qualche club in Argentina lo chiedesse in prestito, lo considerereste?

“Ha un contratto di 4 anni e non ci passa per la mente il momento di tornare in Argentina”.

Impostazioni privacy