Fiorentina, Italiano: “Ora sono troppo deluso, fa male: dopo l’Atalanta parlerò col presidente e vedremo”

Dopo il secondo ko consecutivo in finale di Conference League contro l’Olympiacos, Vincenzo Italiano ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

“Dispiace per la seconda volta. Dispiace perché abbiamo avuto delle occasioni, anche con Ikoné all’ultima palla. I ragazzi hanno fatto quello che dovevano fare. Abbiamo lottato, abbiamo avuto palle gol. Loro non ti fanno fare belle partite. Dispiace perché non meritiamo di perdere una partita del genere. Si poteva magari andare ai rigori. Mi dispiace molto perché è la terza finale, la delusione è tanta. Non abbiamo ancora la scaltrezza giusta per una partita secca. Mi dispiace per i ragazzi ma questo è il calcio”.

“Il risultato non è quello sperato. Ci gira male in queste finali. L’ho detto anche Ceferin, ancora una volta sconfitti in finale negli ultimi minuti. Fa male. Perdere fa sempre male. Arrivare in finale è un merito, però poi non siamo riusciti. Fa parte del processo di crescita, anche se il cammino viene un po’ macchiato quando vedi piangere i ragazzi. Eravamo convinti in un epilogo diverso rispetto allo scorso anno. Futuro? In questo momento anch’io ho un cuore, vivo anch’io di emozioni. In questo momento sono troppo deluso e amareggiato. Dispiaciuto. Ero il primo a crederci. Abbiamo un’altra partita domenica a Bergamo, poi si chiuderà la stagione. Poi mi vedrò con il presidente, parlerò con la società e vedremo“.

Impostazioni privacy