Schumacher, non c’è altra strada: Corinna ha già deciso

L’ultima decisione da parte di Corinna – moglie di Michael Schumacher – appare inevitabile per consentire di continuare a tutelare e proteggere la salute e la condizione del leggendario campione di Formula 1

Nel dicembre del 2013 un tragico incidente sulle nevi di Meribel ha cambiato completamente la vita di Michael Schumacher, ma ha anche spezzato i suoi sogni privati. Da quel giorno, infatti, il campione dei motori ha bisogno di assistenza quotidiana. Il tedesco ha vissuto a Ginevra, in una villa privata, che la famiglia ha trasformato praticamente in una clinica h24. Ciò per consentirgli di avere in ogni istante l’aiuto di cui ha bisogno da parte di medici e infermieri.

Corinna prende una decisione inevitabile per Michael Schumacher
L’ultima decisione di Corinna per il bene di Schumacher (ANSA) – sportitalia

Le condizioni generali sembrano essere ancora avvolte nel mistero. Poco si sa dei dettagli dello stato di salute del Kaiser, poiché la famiglia ha concordato sin dal primo momento post incidente l’assoluto riserbo e l’inaccessibilità alla leggenda della Formula 1. Nessuno, tranne i più intimi sono a conoscenza della situazione. Ciò che però è noto è che sono necessarie grandi risorse economiche per sostenere l’assistenza di cui Schumacher ha bisogno.

La rete di protezione istituita è servita negli anni a tutelare da speculazioni e sciacallaggi. Purtroppo non sono mancati episodi di morbosa attenzione nei confronti di una condizione così delicata e tentativi di lucro rispetto al campione, che non è nella capacità di difendersi o decidere della propria figura pubblica. A occuparsi di tutto ciò negli anni con grande dedizione continua a essere la moglie Corinna, la quale ha fatto in modo che al marito non mancassero cure e assistenza.

L’ultima decisione di Corinna per il bene di Michael Schumacher

Chiaramente ciò ha impegnato le pur grandi disponibilità finanziare della famiglia Schumacher. Attraverso consulenti e gestione dell’immagine del recordman di Formula 1, Corinna ha cercato di capire come meglio amministrare l’impero a disposizione. Ciò affinché non mancasse mai l’opportunità di incrementare la sostenibilità della situazione del marito. Si tratta di una fortuna da oltre mezzo miliardo di euro. Nel tempo in parte è stata erosa per favorire la privacy e il conforto medico di Schumacher.

La strategia di Corinna Schumacher per la tutela del campione
Così Corinna Schumacher continua a tutelare il campione (ANSA) – sportitalia.it

Perciò la nuova strategia è quella di continuare a mettere in vendita beni che all’asta interessino e consentano di accumulare nuovi e sostanziosi ingressi. D’altronde, a bilancio sono necessari sette milioni di euro all’anno per il personale e gli strumenti di cui ha bisogno Schumacher per le cure personalizzate. Almeno è questa la stima di alcuni tabloid come il ‘Sun’. Questi narrano di 70 milioni di euro già investiti per questo sistema di cure e privacy.

Dopo la compravendita all’asta degli orologi di lussi appartenuti al campione della Ferrari, quest’anno sono stati ceduti anche un jet privato e la residenza in Norvegia. In precedenza era stata ceduta la magione di lusso sul Lago di Ginevra. Parte del capitale ricavato è stato investito per l’acquisto della Villa di Maiorca –  l’ex proprietario è Florentino Perez, presidente del Real Madrid – e di una serie di terreni circostanti. Tutto per garantire il riserbo alla famiglia Schumacher. Ogni passo è calcolato per proteggere il campione.

Impostazioni privacy