Inter, tanti fatti e poche parole: Oaktree e le prime settimane impeccabili

L’ingresso di Oaktree sembrava aver minato la tranquillità dei tifosi dell’Inter: la nuova proprietà sin da subito ha sempre voluto mantenere alto e competitivo il livello del club nerazzurro: in pochi giorni sono stati formalizzati, in attesa degli annunci ufficiali, i rinnovi di Lautaro Martinez e Nicolò Barella. Poi sarà il turno di Simone Inzaghi.

Pieni poteri all’ormai ex amministratore delegato, Beppe Marotta che insieme ad Antonello, Ausilio e Baccin cercherà di alzare l’asticella, soprattutto in Europa con il direttore sportivo già operativo da diverse settimane dopo aver chiuso i primi colpi a gennaio: Piotr Zielinski e Mehdi Taremi.

Una nuova era per i colori nerazzurri con l’insediamento del nuovo CdA dopo il cambio di proprietà in cui sono stati riconfermati Alessandro Antonello (CEO Corporate), Amedeo Carassai e Carlo Marchetti nelle vesti di Direttore Indipendente. Il nuovo Consiglio di Amministrazione vedrà anche l’insediamento di Alejandro Cano (Managing Director e Co-Head Europe per la strategia Global Opportunities di Oaktree); Katherine Ralph (Managing Director per la strategia Global Opportunities di Oaktree); Renato Meduri (Senior Vice President per la strategia Global Opportunities di Oaktree); Carlo Ligori (Associate per la strategia Global Opportunities di Oaktree); Delphine Nannan (Senior Vice President per l’ufficio di Oaktree in Lussemburgo) e Fausto Zanetton (AD di Tifosy Capital & Advisory).

Impostazioni privacy