Sostituto Hamilton: baraonda Mercedes

In casa Mercedes la situazione è meno chiara del previsto. Continua il casting per il dopo Hamilton 

Tutti si aspettavano Carlos Sainz alla guida della prossima monoposto targata Brackley: e invece per lo spagnolo potrebbe esserci la Williams, Scuderia cui la Mercedes fornisce i motori, il tutto al netto delle smentite inevitabili. Toto Wolff, team principal della Mercedes, sperava di convincere lo spagnolo della Ferrari a mettersi i panni argentati l’anno prossimo. Ma tutto si è complicato nelle ultime settimane.

Sostituto Hamilton: confusione in Mercedes
Confusione in casa Mercedes (LaPresse) – Sportitalia.it

La Mercedes ora dovrà subito decidere cosa fare: il tempo scorre inesorabile e una Scuderia che intende risalire la china dovrebbe in teoria avere le idee chiare in vista del prossimo futuro. Invece almeno per il momento regna il caos e lo stesso Wolff non sa come muoversi: vorrebbe mettere un top al fianco di George Russell, ma forse è anche convinto di voler dare un’opportunità a un pilota più giovane per dare inizio a una nuova era.

La situazione a Brackley è più complicata del previsto dato che Wolff si trova davanti a un quesito di vitale importanza. Da una parte vorrebbe dare ad Andrea ‘Kimi’ Antonelli, giovane talento bolognese in forza alla Prema, l’opportunità di salire di livello. Il problema in tal senso è il 17enne azzurro non possiede ancora l’esperienza necessaria in F2, figuriamoci in F1 dove il discorso si complica in modo esponenziale.

Mercedes, chi prenderà il posto di Lewis Hamilton?

Quindi le opzioni non sono tante: nella testa di Wolff il sogno di Max Verstappen continua a essere praticabile, anche se nella realtà il tre volte campione del mondo di Hasselt non pare disposto ad andare via dalla Red Bull, nonostante i dissidi interni che sta avendo col team principal Christian Horner.

Wolff indeciso sul futuro della Mercedes
Toto Wolff indeciso su cosa fare (LaPresse) – Sportitalia.it

La decisione poi si è complicata con i risvolti che potrebbero portare Sainz in Williams, anche se lo spagnolo ha prontamente smentito a margine dell’ultimo weekend di gara. In merito allo spagnolo Wolff non intendeva comunque andare verso un biennale proprio in vista dell’esordio di Antonelli che secondo il team principal austriaco ha davanti a se una carriera brillante.

A questo punto la situazione appare caotica: ci sarebbero altri nomi per prendere il posto di Hamilton – ad esempio Esteban Ocon, ex pilota di riserva di Brackley – ma c’è da dire che la Scuderia anglo-tedesca ha le idee ancora poco lucide. Vedremo nelle prossime settimane quale sarà la decisione del team che intende tornare ai vertici del Motorsport.

Impostazioni privacy