Zlatan Ibrahimovic snobba Ronaldo e Messi: la sfida ai due big

274

Zlatan Ibrahimovic è pronto a tornare in campo dopo il lungo infortunio e non si pone limiti: “Sono io il migliore del mondo”

Zlatan Ibrahimovic
Getty Images

La Serie A ha perso due campioni durante il calciomercato estivo: Ronaldo e Lukaku hanno fatto le valigie e sono tornati entrambi in Premier League, “lasciando solo” nel campionato italiano Zlatan Ibrahimovic.

Lo svedese, nonostante sia quasi a fine carriera, continua ad essere il top player assoluto del nostro campionato e, dopo il lungo infortunio al ginocchio, è pronto a tornare in campo.

Non si sa ancora se l’attaccante sarà titolare nello scontro diretto contro la Lazio, ma è probabile che Pioli gli conceda almeno uno scampolo di partita per fargli ritrovare piano piano il ritmo partita anche in vista degli impegni in Champions League. Ibra si è concesso ai microfoni di France Football e come sempre non ha avuto peli sulla lingua.

LEGGI ANCHE: Milan, non solo Ibrahimovic: un altro big possibile titolare con la Lazio

Zlatan Ibrahimovic senza freni: “Sono io il migliore del mondo”

Ibra e Ronaldo
Getty Images

Interpellato in merito al Pallone D’Oro, che quest’anno tornerà ad essere assegnato dalla rivista francese, Ibrahimovic ha risposto con sarcasmo: “Se mi manca il Pallone d’oro? No è il contrario, sono io che manco a lui“.

Lo svedese, infatti, non ha mai vinto l’ambito riconoscimento, ma questo non lo mette più di tanto a disagio: “Se si parla di qualità intrinseche io non ho nulla in meno rispetto a Messi e Ronaldo. Se invece si considerano i trofei allora sì, io non ho vinto la Champions…Non so però in base a cosa si decida per l’assegnazione del Pallone d’oro, non ne sono ossessionato. In fondo, penso di essere il migliore al mondo“.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo, le frasi che spiazzano tutti: fan senza parole

Quest’anno difficilmente l’attaccante del Milan potrà puntare al Pallone D’Oro, viste anche le tante partite saltate nel 2021. Ma chissà se la sua prossima stagione, magari vincendo un titolo col Milan, riuscirà ad essere quella buona per vincere anche questo trofeo.