Milan, aggiornamenti su Ibrahimovic: nuova tegola!

1265

La crudele e ingiusta sconfitta contro l’Atletico Madrid non è l’unica brutta notizia per il Milan che continua a fare i conti con una squadra corta e troppi infortuni

Milan Pioli
Non c’è tregua nell’infermeria di Stefano Pioli (Getty Images)

Alla beffa, la sconfitta subita in rimonta negli ultimi cinque minuti contro l’Atletico Madrid, al termine di una partita che il Milan si meritava di vincere, si aggiunge la beffa.

Milan, la notizia è l’infermeria piena

Anche Alessandro Florenzi è out. L’esterno arrivato in estate, in campo solo negli ultimi minuti e sfortunato protagonista degli episodi decisivi che hanno segnato la gara con l’Atletico, si è fatto male al ginocchio. E si capisce dunque anche la cautela con qui Pioli stava schierandolo. Ma la panchina non offriva altro, in un momento difficilissimo e senza risorse.

Florenzi sarà operato domani in artroscopia per un problema al menisco. Non è un dramma, ma Florenzi sarà indisponibile per lo meno per un mese. Ovviamente salterà il big match con l’Atalanta e non sarà disponibile per le convocazioni di Mancini in vista della Final Four di Europa League.

LEGGI ANCHE > Milan-Atletico Madrid 1-2, Highlights, Voti e Tabellino: beffa atroce

Milan Florenzi
Florenzi sotto i ferri, un mese di stop (Getty Images)

Tempi più lunghi per Ibra

Le speranze di vedere a breve Ibrahimovic sono da mettere in un angolino. Lo svedese, soli 30’ all’attivo del corso di questa stagione che lo ha visto iniziare in ritardo e giocare pochissimo a causa di acciacchi assortiti, potrebbe non essere pronto prima di un altro mese. L’infiammazione al tendine d’Achille non migliora e Pioli dovrà puntare tutto su Giroud, in condizioni non brillantissime, e su Leao. Ibra non sarà tra i convocati della trasferta di Bergamo. Ci saranno invece Brahim Diaz, uscito prima del tempo nel match con l’Atletico, e Kjaer, al rientro dopo un problema muscolare.

Krunic e Bakayoko sono guariti: ma non pronti. A Bergamo non ci saranno nemmeno loro.