Juventus, provvedimenti drastici dopo la sconfitta di Verona: la decisione

235

I giocatori della Juventus andranno in ritiro, un provvedimento drastico, più unico che raro nella storia della squadra bianconera

Juventus Dybala
Paulo Dybala, all’asciutto a Verona nonostante una gara discreta (Getty Images)

Una decisione di buon senso, condivisa da tecnico e giocatori. É quello che dicono le fonti più vicine allo spogliatoio bianconero dopo la brutta sconfitta subita ieri a Verona.

Juventus in ritiro

L’idea si sarebbe concretizzata già ieri sera al “Bentegodi”, nel primo confronto tra Massimiliano Allegri e la squadra immediatamente dopo la sconfitta contro il Verona, la seconda consecutiva in soli tre giorni dopo quella subita in casa dal Sassuolo.

La squadra ne ha parlato tornando a casa: e la voce si è fatta concreta, considerando che oggi la squadra godeva di una giornata di parziale riposo. Al lavoro solo i giocatori in recupero o che non hanno giocato. Martedì sera la Juventus sarebbe stata di nuovo in ritiro prepartita per il turno di Champions League con lo Zenit San Pietroburgo.

LEGGI ANCHE > Verona-Juventus 2-1, Highlights, Voti e Tabellino: Signora in barella

Squadra a Vinovo

Alla fine considerando che anche venerdì la squadra sarebbe in ritiro per preparare il match di sabato contro la Fiorentina la decisione di qualche giorno per conto proprio sembra essere la migliore possibile per lavorare tranquilli e recuperare la condizione emotiva. Allegri lo ha comunicato oggi alla squadra al termine dell’allenamento. Pomeriggi libero, e da domani tutta la squadra si ritrova al quartier generale della Continassa per sei giorni di lavoro. Due le gare in programma.

Nessun ritiro punitivo. La Juventus resterà nella tranquillità del J Hotel di Vinovo che ha ospitato tutto il ritiro estivo della squadra bianconera in vista delle gare di martedì e di sabato. L’ultimo ritiro della Juventus risale al 2015, dopo la sconfitta contro il Sassuolo, sempre con Allegri in panchina.