Federica Brignone, attacco diretto: nel mirino due insospettabili

358

Federica Brignone, attacco diretto: nel mirino due insospettabili. La campionessa azzurra confessa il suo disagio in gruppo

Un po’ come nella Formula 1, il primo degli avversari è il tuo compagno di squadra. Così è anche per Federica Brignone che la scorsa primavera aveva detto di voler riflettere a lungo se continuare o meno. Lo ha fatto, puntando a prepararsi con un suo team gestito dal fratello Davide ma in realtà niente funziona come vorrebbe.

Federica Brignone (Getty Images)

Allenarsi con le altre azzurre in pianta stabile, entrando nel gruppo con Sofia Goggia e Marta Bassino? Impossibile e non lo nasconde nemmeno. Intervistata da ‘Il Messaggero’, la campionessa valdostana è chiarissima e anche sincera: “Il problema è che noi donne, quando abbiamo una questione da regolare, non ci prendiamo a botte in pubblico come fanno gli uomini”.

Nomi non ne fa, ma il riferimento a Sofia Goggia in primis e a Marca Bassino, che invece ha scelto di prepararsi insieme alla bergamasca, è chiaro. La Brignone sottolinea la loro differenza di carattere ma anche di personalità e conferma che hanno solo rapporti di lavoro, ma fuori dallo sci non si frequentano. “Lei mie amiche sono altre: la migliore oggi è straniera ed è la canadese Marie Michele Gagnon”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La tragica scomparsa di Alessio Zangrilli, pugilato in lutto

Federica Brignone, attacco diretto: il rapporto con il fratello negato dalla Fisi

Proprio per questo alla fine della stagione scorsa Federica Brignone aveva chiesto alla Fisi di poter creare un suo team personale, guidato dal fratello allenatore. Ipotesi accettata solo in parte, perché se vogliono prepararsi da soli, con alberghi e piste diverse, se li devono anche pagare.

“La Federazione non mi lascia allenare con mio fratello, eppure è la quinta stagione che lo faccio e mi sembra che i risultati siano stati positivi. Con Davide ho un bellissimo rapporto. Fosse un fidanzato, capisco che sarebbe più delicato, ma perché non concedermi quello che ad altri atleti è concesso?”.

Sofia Goggia (Getty Images)

La Coppa del Mondo di sci è appena cominciata, la prossima settimana farà tappa a Lech per un Parallelo ma soprattutto ci sono da preparare le Olimpiadi di Pechino 2022. E arrivarci in questa condizioni, per le big azzurre, non sembra il modo migliore.