Esonero Solskjaer, il Manchester United ha deciso: annuncio ufficiale

128

Esonero Solskjaer, il Manchester United ha deciso: tutti gli scenari possibili per una delle panchine più prestigiose del calcio europeo

Il calcio inglese, molto più della nostra Serie A, ha profondo rispetto per i grandi campioni che hanno segnato la storia dei club. Ma la gratitudine non è eterna e adesso lo sa anche Ole Gunnar Solskjaer che di fatto da ieri sera non è più l’allenatore del Manchester United.

Solskjaer e Ronaldo (LaPresse)

Il destino del tecnico norvegese, uno degli eroi nella storica rimonta per vincere la Champions League 1999 contro il Bayern, era segnatoi da tempo. Ma la sconfitta 4-1 in Premier League contro il Watford di Claudio Ranieri e il distacco di 12 punti dal Chelsea capolista hanno fatto il resto. A pesare sono stati anche i rapporti tesi con campioni come Cristiano Ronaldo che ha apertamente criticato alcune scelte tecniche.

La proprietà, dopo una lunga riunione nella serata di ieri (20 novembre) ha deciso che era ora di cambiare. “Ole Gunnar Solskjaer ha lasciato il suo ruolo di allenatore. Ole sarà sempre una leggenda al Manchester United ed è con rammarico che abbiamo raggiunto questa difficile decisione. Sebbene le ultime settimane siano state deludenti, non dovrebbero oscurare tutto il lavoro che ha svolto negli ultimi tre anni per ricostruire le basi per il successo a lungo termine”.

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Allegri pesca nella Liga: big ad un passo

Esonero Solskjaer, il Manchester United ha deciso: due nomi favoriti su tutti

Il club ha anche annunciato che toccherà a Michael Carrick assumere le redini della  squadra per le prossime partite “in attesa che il club scelga un manager ad interim fino alla fine della stagione”. Primo appuntamento già martedì sera contro il Villareal nel quinto turno della Champions League.

Zinedine Zidane (LaPresse)

Il più suggestivo è quello di Zinedine Zidane, libero da tempo dopo aver chiuso la sua seconda parentesi con il Real Madrid. Un primo tentativo era già stato fatto nei mesi scorsi, ma l’allenatore francese aveva detto di non voler prendere una squadra in corsa. E poi la moglie, Veronique, dopo aver vissuto a Torino e Madrid non accetterebbe una città come Manchester.

L’alternativa, sempre francese, si chiama Laurent Blanc. L’ex allenatore anche della nazionale transalpina è impegnato attualmente con l’Al-Rayyan, ma come successo con Xavi per il Barcellona, dietro un rimborso potrà liberarsi.