Ferrari, Mattia Binotto è soddisfatto: le aspettative del team principal

206

Mattia Binotto ha fatto il punto della situazione in casa Ferrari, parlando degli aspetti positivi e del prossimo futuro che attende la rossa

Mattia Binotto
Lapresse

Il Mondiale di Formula 1 2021 sta per giungere alla conclusione. Mancano infatti solo due gare per decidere chi sarà il trionfatore di questa stagione piena di colpi di scena, ma anche per assegnare il titolo costruttori.

La Ferrari, in questo senso, è quasi certa del terzo posto dietro alle due big Mercedes e Red Bull. Al momento la rossa ha 39.5 punti di vantaggio sulla McLaren e, se non succederà nulla di clamoroso, riuscirà a portare a casa l’obiettivo di questa stagione.

Chiaro che i tifosi, ma anche gli stessi addetti ai lavori, vorrebbero sempre vedere la scuderia italiana in lotta per i titoli che contano, ma considerando il poco tempo dedicato allo sviluppo della vettura di quest’anno i progressi sono stati evidenti.

Lo ha ammesso anche Mattia Binotto in una sua recente intervista in cui ha ribadito che tutto il lavoro è stato dedicato alla monoposto del 2022.

LEGGI ANCHE: F1, colpaccio di mercato: l’ex Ferrari cambia scuderia

Mattia Binotto soddisfatto della stagione: ora si punta al 2022

Ferrari
Lapresse

Il team principal della Ferrari ha parlato chiaramente, come citato da Autosport: “Non abbiamo mai sviluppato significativamente l’auto attuale. Abbiamo introdotto un paio di sviluppi all’inizio della stagione e basta. Fatta eccezione per la power unit in seguito, ancora una volta si trattava di uno sviluppo in vista del 2022, quindi tutti i nostri sforzi dall’inizio della stagione sono sempre stati sulla vettura del 2022. Non abbiamo mai pensato di penalizzare il 2022 a vantaggio del 2021“.

Il confronto con il 2020 è comunque molto positivo, se si pensa al sesto posto nella classifica costruttori ed i pochi aggiornamenti utilizzati in questa stagione: “Nel complesso penso che la squadra abbia fatto grandi progressi con ciò che era possibile fare, e per questo sono così felice perché sì, la terza posizione è un grande risultato di sforzi”.

LEGGI ANCHE: Hamilton, l’incredibile preparazione in vista di Jeddah: ci passa la notte!

Se la Ferrari arriverà terza, dunque, sarà motivo di grande soddisfazione. Anche se i tifosi ora aspettano con ansia di vedere le prime prestazioni con la monoposto del 2022, sperando di vedere finalmente una rossa competitiva anche per la lotta al titolo.