Bremer in una big italiana: investimento importante, le cifre

445

Bremer in una big italiana: investimento importante, le cifre. Si preannuncia un testa a testa per strappare il brasiliano al Torino

Bremer
Bremer con la maglia del Torino (Foto: LaPresse)

Classe ’97, nativo della città di Itapitanga, nello stato di Bahia, Gleison Bremer è diventato a 24 anni uno dei centrali difensivi più ambiti della nostra Serie A. Il brasiliano è sbarcato nel nostro campionato nel 2018, portato dall’allora ds del Torino, Gianluca Petrachi, per una cifra intorno ai 6 milioni di euro. Nella squadra di provenienza, l’Atletico Mineiro, aveva disputato solo una stagione da titolare, ma le qualità già si intravedevano. Nel corso di questi 3 anni in Italia ha messo insieme la bellezza di 80 partite in campionato, realizzando anche 10 gol, non pochi per un difensore. Dotato di una buona tecnica di base e di una grande fisicità, ora Bremer è ambito dai principali club italiani. Urbano Cairo ha ribadito più volte come sia un pezzo incedibile, almeno nel mercato di gennaio, ma di fronte ad offerte irrinunciabili i discorsi possono cambiare.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, un big ai saluti: già svolte le visite

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Allegri perde un pezzo: se ne va al Barcellona!

Bremer in una big italiana: Milan in vantaggio rispetto al Napoli

Bremer
Bremer marca Giroud in Milan-Torino (Foto: LaPresse)

Come riportato dai colleghi di calciomercato.it, su di lui si sta aprendo un duello tra Milan e Napoli. Il Toro ne dà una valutazione di 30 milioni e difficilmente accetterà delle contropartite tecniche. Fino a qualche tempo fa sembrava che la sua destinazione più probabile potesse essere la Premier League, ma nelle ultime ore le due big italiane hanno iniziato a fare sul serio, lavorando con l’intermediario Paolo Busardò. In vantaggio in questo momento c’è il Milan, desideroso di sostituire Kjaer (rottura del legamento crociato) già a gennaio. La pista per anticipare il colpo rispetto a giugno non è semplice, ma c’è la possibilità di un prestito oneroso con obbligo di riscatto che potrebbe soddisfare i granata. Maldini e Massara ne hanno già parlato con il procuratore del ragazzo e vorrebbero abbreviare i tempi. Il Napoli resta alla finestra e ha intenzione di rilanciare dopo la partenza di Manolas, forte anche dei soldi risparmiati per l’oneroso ingaggio del centrale greco. Il testa a testa continua, con il ‘Diavolo‘ in pole position.