Calciomercato Juventus: parte a gennaio, il club ha già deciso

427

Calciomercato Juventus: parte a gennaio, il club ha già deciso. Per ripianare i conti in forte perdita almeno un paio di cessioni eccellenti

Le parole di Maurizio Arrivabene poco prima di Bologna-Juventus sono state chiarissime: a gennaio in entrata nessun colpo, la situazione economica non lo permette. Piuttosto però i bianconeri proveranno a vendere un paio di giocatori importanti ma non essenziali per la rimonta di Allegri e la prima cessione è vicina.

Allegri
Massimiliano Allegri (LaPresse)

Stiamo parlando di Weston McKennie che insieme ad Aaron Ramsey è il più vicino alla cessione. Il forte centrocampista statunitense piace soprattutto in Premier League, per le sue caratteristiche di incontrista che è anche capace di inserirsi in area. E per questo già all’apertura del mercato è destinato a cambiare maglia.

Come spiega il ‘Sun’, l’offerta buona può arrivare dal Leeds che al momento sta vivendo un periodo di crisi nonostante la presenza di Marcelo Bielsa in panchina. Per sbloccare l’affare sarebbero già pronti 20 milioni di sterline (circa 23 milioni di euro), ma si tratta di capire se McKennie accetterà di trasferirsi in una squadra che lotta per la salvezza.

Weston McKennie (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, Arrivabene frena gli entusiasmi: tifosi bianconeri delusi

Calciomercato Juventus: parte a gennaio e c’è già una possibile destinazione in Premier

Ma la Premier League ha messo il mirino anche su un altro giocatore juventino, anche lui tra i sacrificabili. Stiamo parlando di Arthur che rientra tra le richieste di Mikel Arteta per rinforzare la mediana dell’Arsenal nella prossima sessione di mercato. Come spiega il portale ‘Four four two’, l’ex assistente di Pep Guardiola ha individuato nel brasiliano l’elemento in grado di far salire la qualità del centrocampo.

Arthur è in uscita (LaPresse)

Per questo anche Arthur rientra tra i sacrificabili senza problemi, anche se non è chiaro se l’Arsenal punto ad un prestito secco oppure ad uno con obbligo di riscatto. Ma nella rosa di Allegri ci sono alternative valide, l’ex Barcellona può partire.