Berrettini, il prossimo torneo dopo l’Atp Cup: che attesa per l’azzurro

117

Matteo Berrettini ha cominciato la stagione con la partecipazione all’Atp Cup. Ora arriva subito un banco di prova importante

Berrettini
Matteo Berrettini (Lapresse)

Lo avevamo lasciato lo scorso novembre affranto e dolorante al Pala Alpitour di Torino quando, nel corso del match di esordio contro Zverev alle Atp Finals, è stato costretto a ritirarsi per un infortunio muscolare nella zona degli addominali, già colpita inizio 2021.

Costretto a lasciare anzitempo l’appuntamento tanto atteso, si temeva uno stop piuttosto prolungato per Berrettini e invece, fortunatamente, l’infortunio si è rivelato meno grave del previsto consentendo all’azzurro di tornare in campo già a inizio 2022 nella Atp Cup, la competizione a squadre che l’Italia allenata dal suo coach, Vincenzo Santopadre, ha concluso con l’eliminazione nella fase a gironi.

Per Berrettini sei match in totale tra singolare e doppio con due vittorie (entrambe contro la Francia, in singolare contro Humbert e in doppio in coppia con Sinner) e quattro sconfitte, di cui due in singolare con De Minaur all’esordio e Medvedev, nel match decisivo contro la Russia. Una buona prestazione quella contro il numero due del mondo al quale Berrettini è riuscito a strappare un set.

LEGGI ANCHEAustralian Open, un altro big si chiama fuori

Berrettini, il prossimo torneo per l’azzurro

Archiviata l’Atp Cup, Berrettini non parteciperà ad altri tornei per poi tornare in campo dal 17 gennaio direttamente all’Australian Open, il primo Slam della stagione in programma a Melbourne fino al 31.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini (La Presse)

Un appuntamento importante per l’azzurro che si presenterà alla Rod Laver Arena come una delle prime dieci teste di serie del torneo. Con l’ormai certa assenza del detentore del titolo, Novak Djokovic, per le note vicende di cui si parla da giorni, lo Slam australiano si prospetta decisamente più incerto con Medvedev e Zverev favoriti e tanti outsider pronti a inserirsi per la possibile vittoria.

Tra questi ci saranno anche Berrettini e Sinner. Un tennista italiano manca dalle fasi finali dell’Australian Open dal 1991 quando Cristiano Caratti raggiunse i quarti. Dopo 30 anni, mai come stavolta, possiamo interrompere il digiuno…