Carlos Alcaraz ha già un … erede: il fratello stupisce tutti, il video in campo

293

Un 2022 da protagonista assoluto, finora, per Carlos Alcaraz. Il talento iberico, a 19 anni, è già entrato nella top ten del ranking Atp e ha già un erede … in famiglia 

“Scatenato”, non poteva esserci titolo più calzante di quello scelto da AS nell’edizione di lunedì scorso per esaltare il trionfo di Carlos Alcaraz all’Atp 500 di Barcellona.

Carlos Alcaraz
Carlos Alcaraz (Ansa Foto)

Potremmo dire – ormai – ennesimo trionfo per il talento iberico che ha conquistato il terzo torneo in tre mesi dopo Rio De Janeiro e il Masters di Miami. Vittorie in serie che gli hanno consentito già di entrare nella top ten del ranking Atp, evento che non accadeva per un tennista della sua età da inizio millennio quando a riuscirci fu un certo Rafa Nadal, idolo di Carlos già designato come suo erede.

Nadal e Alcaraz si sono incontrati per la prima volta in un match Atp lo scorso anno, a Madrid. Netta la vittoria di Rafa per 6-1; 6-2. Dodici mesi dopo, la situazione è nettamente cambiata e Carlos si presenterà alla Caja Magica da principale favorito nel Masters che prenderà il via domenica 1 maggio. Uno scenario davvero impronosticabile dodici mesi ma alquanto plausibile al momento con Rafa che si appresta a rientrare dopo l’infortunio alle costole, Djokovic ancora lontano dalla forma migliore, Medvedev out e Tsitsipas recentemente battuto a Barcellona.

Carlos Alcaraz, ecco il suo … erede

Una famiglia di tennisti quella di Alcaraz. Se Carlos sta già bruciando le tappe, anche i fratelli più piccoli non … scherzano. La conferma è arrivata da un filmato postato su Twitter che riprende all’opera il 12enne Jaime Alcaraz, uno dei tre fratelli di Carlos.

Il ragazzino sembra già molto coordinato nei colpi e nei movimenti sul campo. Dritto o rovescio fa poca differenza, la palla esce già con una bella potenza dalle corde della racchetta del 12enne. Le premesse del buon tennista ci sono tutte. Vedremo se con il tempo, Jaime riuscirà a ripercorrere il percorso di crescita del fratello Carlos con il quale, intanto, ha giocato in un torneo giovanile in Grecia nel quale lo stesso Alcaraz era ospite insieme ad Hurkacz. Eccolo all’opera.