Formula E Montecarlo, dominio Mercedes: vince Vandoorne

71

Prima vittoria stagionale per la Mercedes e per Stoffel Vandoorne in gara #1 a Montecarlo nel mondiale di Formula E

Sfruttando una pessima strategia degli avversari Stoffel Vandoorne conquista la prima vittoria stagionale sua e della Mercedes nella prima gara di Montecarlo del Mondiale Formula E.

Formula E Montecarlo Vandoorne
Stoffel Vandoorne, prima vittoria stagionale per lui e la Mercedes (Foto ANSA)

Una condotta di gara strategicamente perfetta quella di Vandoorne che ha atteso il momento giusto per andare all’attacco e, una volta al comando, non ha più sbagliato nulla.

Formula E Montecarlo, vince Vandoorne

Mercedes estremamente affidabile, condotta per altro splendidamente da Vandoorne, partito dal quarto posto in griglia e premiato dalla pessima gestione degli attack mode di chi gli stava davanti. Al ritiro di Wehrlein, il primo costretto a farsi da parte a causa di un problema della sua Porsche, Vandoorne ha messo la freccia lasciando tutti sul posto.

Ordine d’arrivo e classifica generale

Costretto a guardare da fondo gruppo anche il suo compagno di squadra, il campione del mondo in carica Nyck De Vries, alle prese con un’auto decisamente molto meno performante. Vandoorne costante e continuo, estremamente preciso e attento anche in regime di bandiera gialla. Due i momenti rischiosi: quando Lotterer finisce sul muro, dopo un contatto con Rowland, e quando il ritiro di Mortara, anche lui vittima di un contatto con il compagno di squadra Di Grassi, per altro,  finisce per ridurre i distacchi tra il gruppo di testa e gli inseguitori.

Vandoorne va a vincere agilmente con oltre un secondo di vantaggio sulla Jaguar di Evans e la Techeetah di Vergne, entrambi reduci da ottime prove, e da podio, anche a Roma.

Formula E Montecarlo Evans
Mitch Evans, secondo con la Jaguar a Montecarlo (Foto ANSA)

Meglio del solito Antonio Giovinazzi con la Penske Dragon, solo 14esimo, ma protagonista di un buon avvio che per qualche istante lo vede anche titolare le giro più veloce assoluto. Non una prestazione da punti, sicuramente non un risultato globalmente di rilievo ma pur sempre meglio di due ritiri e tre ultimi posti messi in archivio fino a oggi.

In classifica generale Vandoorne sale a quota 81, scavalcando Vergne (75), ancora una volta a punti dopo il secondo posto di Roma, ed Evans che sale al terzo posto davanti a Frijns.