Ferrari, cresce l’attesa per il documentario: splendido omaggio della Rai

248

Ferrari, cresce l’attesa per il documentario: splendido omaggio della Rai che ha preso una importantissima decisione 

Sono passati quarant’anni dalla morte di Gilles Villeneuve, pilota mai dimenticato dagli appassionati e dai tifosi della Ferrari.

Ferrari
Ferrari Logo (AnsaFoto)

Una morte tragica nelle sue circostanze imprevedibili. Avvenuta a causa di un drammatico incidente a Zolder, durante le qualifiche del GP di del Belgio.

Il mito Ferrari di Villeneuve

Per ricordare Gilles Villeneuve la Rai ha prodotto un documentario di oltre due ore che raccoglie molto materiale dele Teche Rai e moltissimi video privati e amatoriali. Il film, prodotto da Sonne Film e K+ si intitola “L’Aviatore”. Questo era il soprannome di Villeneuve: che, proprio come Niki Lauda, non solo volava e aveva diversi brevetti ma era un particolare appassionato di aerei.

Un documentario RAI

Il documentario andrà in onda il 10 maggio su RAIDue ma sarà a disposizione del pubblico in streaming, su RAIPlay fin da domenica 8 maggio. Ci si attende un ottimo riscontro di pubblico per questo film-documentario che consolida una passione autentica per questo nuovo genere che sta avendo notevole successo soprattutto in ambito sportivo. Un po’ rievocazione storica, un po’ ricostruzione sportiva, “L’Aviatore” – diretto da Giangiacomo De Stefano è stato proiettato in anteprima a Maranello nell’auditorium “Enzo Ferrari” dove per l’occasione è stata esposta la Ferrari 312 T4 due volte campione mondiali che garantì anche il titolo costruttori del 1979.

Gilles Villeneuve
Una foto d’archivio di Gilles Villeneuve sulla Ferrari

Al nome di Villeneuve sono legati episodi straordinari di una Formula 1 assolutamente irripetibile, nella quale il pilota contava enormemente nel successo di una vettura.

Celeberrimo il suo duello René Arnoux a Digione nel 1979. O quella di velocità con l’F104 dell’Aeronautica Militare sulla pista dell’aeroporto di Istrana. Dopo le imprese di Niki Lauda è corretto dire che la Formula 1 deve moltissimo a Villeneuve. Al suo coraggio e alla sua feroce determinazione in pista. Un documentario abbinato a numerose testimonianze importanti come quelle di Pino Allievi, Ezio Zermiani e Mauro Forghieri, cronisti e studiosi dell’epoca, dei colleghi René Arnoux e Jody Sheckter e di numerosi amici.