MotoGP, clamoroso divorzio in casa Ducati: un top rider se ne va

364

Si chiude con una rottura una delle trattative più lunghe degli ultimi mesi che riguarda la Ducati e la MotoGP

É ufficiale. Jack Miller a fine stagione lascerà la Ducati. Il pilota australiano era da tempo in trattativa con la casa bolognese per il rinnovo.

MotoGP Ducati
Le Ducati ufficiali di Miller, a sinistra e Michele Pirro (Foto ANSA)

Trattative per la verità che non hanno mai dato l’impressione di andare a buon fine. Tant’è che Miller ha confermato al termine delle qualifiche vinte da Aleix Espargaro con la Aprilia, che l’anno prossimo correrà altrove.

MotoGP, cambio alla Ducati

La frase di Miller non si presta a interpretazioni: “L’anno prossimo sarò con un altro team”. Nient’altro. Anche se è il segreto meno custodito del mondo che l’australiano abbia già un accordo verbale per correre l’anno prossimo con la scuderia ufficiale della KTM che a questo punto affiancherebbe Brad Binder andando a collaborare con Francesco Guidotti con cui aveva già lavorato alla Pramac, con la Ducati privata prima di passare al team ufficiale.

Una scelta in casa

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati ufficiale, non si è fatto cogliere impreparato dalla frase di Miller e ha già detto che la scuderia si appresta a cambiare con una soluzione in casa. Enea Bastianini, che quest’anno è partito molto bene, vincendo e conquistando punti importanti, o Jorge Martin.

“Bastianini e Martin sono sempre stati la nostra prima opzione per il prossimo biennio. L’accordo c’è, ora si tratta solo di capire i titolari di quella che sarà la squadra ufficiale, abbiamo del tempo a disposizione e lo sfrutteremo” ha dichiarato Ciabatti.

Anche perché Martin, 11esimo nelle qualifiche di Barcellona, dopo il gran premio andrà sotto i ferri per risolvere un problema di compressione alla mano destra (tunnel carpale e non solo). Nella migliore delle ipotesi rientrerà solo in Germania a metà mese.