Tour de France, Wout Van Aert furioso: “Questa è una domanda di m***a!”

166

Tour de France, Wout Van Aert furioso: “Questa è una domanda di m***a!”. In Francia crescono i sospetti sullo strapotere della Jumbo Visma

Quando Bjarne Riis nel 1996 vinceva il suo primo e unico Tour de France, Jonas Vingegaard non era ancora nato. E quando Michael Rasmussen tra il 2005 e il 2007 vinceva quattro tappe alla Grande Boucle era ancora piccolo.

La Jumbo Visma ha dominato il Tour de France 2022 (LaPresse)

Ma i suoi due connazionali più famosi nel mondo del ciclismo in seguito sono stati beccati con le mani nel vasetto della marmellata doping, Rasmussen subito e Riis a distanza di 11 anni. E allora sulla vittoria del danese al Tour de France 2022 e più in generale sula superiorità quasi imbarazzante della Jumbo Visma che sta dominando la corsa aleggia il sospetto.

Così, alla fine della cronometro di Rocamadour, vinta da Wout Van Aert proprio sulla maglia gialla, le prime domande dei media sono state sui sospetti avanzati negli ultimi giorni. Nulla di concreto, fino ad oggi le uniche perquisizioni sono state quella alla Bahrain Victorious, ma intanto il seme del sospetto attecchisce e rischia di rovinare la festa finale.

Tour de France, Wout Van Aert furioso e anche Vingegaard si difende: la festa è pronta

Wout Van Aert però non ci sta e in conferenza stampa attacca: “Non ho nemmeno voglia di rispondere, questa è una domanda di m***a e torna ogni volta che qualcuno vince il Tour. Abbiamo lavorato duramente per arrivare a questo. Il ciclismo è cambiato e non mi piace che dobbiamo continuare a rispondere a queste domande. Siamo controllati in ogni momento, non solo al Tour de France, ma tutto l’anno, vengono a casa. Questo non è un risultato venuto dal nulla”.

Parole simili a quelle che ha usato Vingegaard. Nessuno all’interno del team assume sostanze dopanti, sono tutti assolutamente puliti e vincono perché “siamo forti grazie alla nostra preparazione. Abbiamo fatto tutto il possibile a livello di materiali, di allenamento e di nutrizione. Ecco perché siamo la migliore squadra e voi dovete fidarvi”.

Jonas Vingegaard festeggia con la sua compagna, Trine (LaPresse)

Al suo fianco anche tutta la famiglia reale danese che ha fatto il tifo seguendolo nelle ultime settimane come dimostrano anche le foto postate sul profilo Instagram ufficiale della famiglia reale. “Jonas Vingegaard sta per scrivere la storia dello sport danese – ha scritto sui social il principe ereditario Frederik – e non vedo l’ora di rendergli omaggio a Parigi”.