Serie A, sta per saltare: è già a rischio la panchina di un club eccellente

267

Serie A, sta per saltare: è già a rischio la panchina di un club eccellente. La seconda giornata di campionato potrebbe determinare il primo esonero della stagione

Com’è ormai da tradizione, bastano i primi novanta minuti di campionato a mettere a rischio qualche panchina in Serie A. I risultati maturati nella giornata d’esordio hanno già messo a rischio la posizione di alcuni tecnici. Per questo il secondo turno potrebbe risultare già decisivo.

Serie A
Serie A (LaPresse)

Come ha sottolineato l’allenatore dello Spezia, Luca Gotti, quest’anno la sensazione è che il divario tra le prime 7/8 squadre in classifica e il resto della Serie A sia cresciuto vistosamente.

Complice una sessione di mercato che ha regalato parecchi colpi di scena, le cosiddette grandi hanno scavato un solco ormai incolmabile con le squadre medie e medio-piccole del campionato.

I risultati della prima giornata sembrano andare proprio in questa direzione, con le big che hanno conquistato subito i primi tre punti della stagione a scapito di squadre destinate a lottare per non retrocedere.

Tra le compagini di seconda e terza fascia, quella uscita peggio dalla prima giornata è senza dubbio il Verona. La piccola, spregiudicata e gioiosa macchina da guerra ammirata lo scorso anno con Igor Tudor in panchina sembra un ricordo lontanissimo e sbiadito.

Serie A, una panchina è a rischio: decisiva la seconda giornata

Cioffi
Gabriele Cioffi (LaPresse)

L’organico è stato quasi smembrato, tutti i giocatori più importanti o quasi sono stati ceduti al miglior offerente e il nuovo tecnico, Gabriele Cioffi, si è ritrovato a dover gestire una fase di trnasizione molto complessa.

I cinque gol incassati dallo scatenato Napoli di Spalletti hanno ovviamente reso il quadro complessivo ancora più fosco. Lo stesso Cioffi, nelle dichiarazioni del dopo partita. ha quasi implorato la società di mettergli a disposizione almeno 3/4 giocatori nuovi necessari a completare la rosa.

Ma la realtà sembra ben diversa: se il Verona dovesse subire un’altra pesante sconfitta domenica al Dall’Ara contro il Bologna, è possibile se non addirittura probabile che l’ex tecnico dell’Udinese venga sollevato dall’incarico senza possibilità di appello.

Si tratterebbe del primo esonero della nuova stagione, ma quasi certamente non l’unico. Tra le piccole quest’anno si rischia di fare filotto.