Tegola Verstappen, allarme Covid: clamoroso forfait al GP d’Olanda

240

Tegola Verstappen, allarme Covid: clamoroso forfait al GP d’Olanda. Problema inatteso per il campione del mondo in carica di Formula 1

Max Verstappen è sempre più lanciato verso la riconquista del titolo mondiale di Formula 1. Il 25enne pilota olandese delle Red Bull, quando mancano nove gare al termine della stagione, può gestire un vantaggio di 93 punti su Sergio Perez e di 98 su Charles Leclerc.

Verstappen
Max Verstappen (LaPresse)

E’ dunque solo una questione di tempo perchè il campione in carica possa festeggiare la conquista del secondo titolo mondiale consecutivo.

Verstappen, diversamente dalla scorsa stagione in cui ha dovuto lottare punto a punto fino all’ultima curva con il suo grande rivale Lewis Hamilton, ha ipotecato il titolo con tre mesi d’anticipo sulla fine della stagione.

Dopo un avvio di 2022 un po’ incerto, segnato da ben due ritiri nei primi tre Gran Premi della stagione, la Red Bull e Verstappen hanno letteralmente cambiato marcia imponendosi sulla concorrenza o presunta tale grazie ad una superiorità tecnica schiacciante.

E ora il Gran Premio d’Olanda in programma domenica sullo storico circuito di Zandvoort può trasformarsi in una sorta di celebrazione permanente dell’unico pilota olandese della storia capace di diventare campione del mondo di Formula 1.

Tegola Verstappen, il padre Jos ha il Covid

Verstappen
Jos Verstappen (LaPresse)

Ma questo attesissimo fine settimana non è iniziato nel migliore dei modi per Max Verstappen. Da quanto si è appreso infatti, suo padre Jos Verstappen non potrà essere presente in pista al fianco di suo figlio.

L’ex pilota di Benetton, Tyrrell, Minardi e Arrows, grazie ai consigli del quale il figlio Max ha deciso di entrare in Formula 1, è infatti risultato positivo al Covid.

Un vero peccato e una totale disdetta per la famiglia Verstappen, considerato che proprio a Zandvoort sul circuito di casa Max ha deciso di omaggiare il genitore indossando un casco che richiama nei colori quello utilizzato dal padre durante la sua carriera.

A rivelare la positività al virus è stato lo stesso cinquantenne ex pilota di Montfort, che ne ha parlato al sito olandese De Telegraaf. “Mi sento bene – ha rassicurato Jos – ma ovviamente sono rimasto a casa perché non voglio mettere in pericolo Max. Non vogliamo che si ammali“.