Formula 1, Ferrari beffata: pubblico imbufalito, proteste a Monza

202

Fischi e proteste molto evidenti da parte del pubblico di Monza, e in particolare dei tifosi della Ferrari per come si è chiuso il gran premio d’Italia di Formula 1

 Un finale davvero brutto, indegno di uno spettacolo che poteva essere molto più degno di un pubblico da record sulla pista di Monza

Formula 1 Ferrari 110922
Pubblico inferocito a Monza per il finale del GP di Formula 1 (Foto ANSA)

Gli spettatori di Monza, un pubblico da record assoluto dopo gli anni della pandemia, avrebbero voluto festeggiare una vittoria della Ferrari. A maggior ragione dopo la pole position di sabato. Ma certamente non si sarebbero mai aspettati un finale beffardo come quello riservato da una sceneggiatura assurda.

Formula 1, Ferrari beffata

Tante polemiche per come la commissione e la direzione di gara ha deciso di gestire gli ultimi giri della corsa, di fatto annullati da una gestione folle e lentissima di una safety car seguita a un guasto e al ritiro di David Ricciardo. Troppo lunga, troppo tardiva la decisione della commissione. Che probabilmente avrebbe dovuto esporre una bandiera rossa se non altro per non danneggiare Leclerc in un finale di gara che poteva ancora dire qualcosa.

Pubblico furibondo, fischi e contestazioni

Formula 1 Verstappen Sportitalia 110922
Undicesimo successo stagiona per le Verstappen (Foto ANSA)

Vittoria di Verstappen meritata? Certo. Ma la Ferrari e Leclerc non si meritavano un finale del genere. Soprattutto non se la meritava la gente, accorsa a Monza con un pubblico da record. Impressionante la bordata di fischi sulla decisione della federazione portare la gara a conclusione in regime di safety car per tanti giri e un numero interminabile di minuti.

Fischi e contestazione anche per Verstappen, che la regia ha abilmente zittito abbassando i microfoni ambientali per limitare il frastuono della gente inferocita. Non meno di 30mila persone, come vuole la tradizione di Monza si sono portate sotto il palco per la premiazione. Leclerc accolto da un boato e da cori di entusiasmo. Verstappen subbissato da fischi e ululati. Una contestazione mai vista in Formula 1. Anche se la colpa non è certo dell’olandese, undici vittorie in sedici gare in una stagione fino a questo momento assolutamente dominata dall’inizio alla fine.

Una delle pagine peggiori della Formula 1 di queste ultimi anni che ha scatenato un’enormità di polemiche anche sui social con migliaia di messaggi pesantissimi all’indirizzo della FIA. Polemiche che non si concluderanno certo con la promozione di Monza.