Jannik Sinner, la scelta è ufficiale: cambia di nuovo tutto per il futuro!

328

Jannik Sinner, la scelta è ufficiale: cambia di nuovo tutto per il futuro! Il tennista italiano sta mettendo a punto le mosse in vista del 2023

Dopo aver avuto diversi problemi fisici, l’altoatesino ha annunciato di non prender parte alla United Cup prima di volare a Melbourne per gli Australian Open di metà gennaio.

Jannik Sinner
Jannik Sinner (Ansafoto)

Il 2022 doveva essere un anno di assestamento per Jannik Sinner, considerando il cambio di allenatore, con il passaggio da Piatti a Vagnozzi. Da Wimbledon si è affiancato anche Darren Cahill, per dare all’altoatesino gli strumenti giusti per rivoluzionare il suo gioco. L’ex allenatore di Simona Halep e Lleyton Hewitt sta insistendo sulle qualità a rete, sicuramente uno degli aspetti che bisogna migliorare.

Sul servizio anche si sono visti dei passi avanti, a partire proprio da Londra. Sull’erba Jannik è riuscito ad esprimere il suo miglior tennis nell’epica sfida con Alcaraz, portando a casa una qualificazione ai Quarti di Finale davvero storica.

C’è voluto poi il miglior Djokovic per estrometterlo dai pretendenti al successo finale, con un match tiratissimo di cinque set, conclusosi con il punteggio di 5-7; 2-6; 6-3; 6-2; 6-2. La stanchezza la fece da padrone dopo aver impiegato altre 4 ore per avere la meglio dell’attuale giovane numero 1 del mondo spagnolo.

Sinner, nuova programmazione per il 2023: l’obiettivo è arrivare al top agli Australian Open

Sinner
Jannik Sinner (AnsaFoto)

Il rendimento negli Slam è stato più che soddisfacente nel 2022, visto che è riuscito a centrare i Quarti di Finale (per la prima volta) anche agli Australian Open e a Flushing Meadows. Una crescita importante sul veloce che ha mostrato sprazzi da vero top-5. Qualcosa però si può ancora fare dal punto di vista fisico, visti i tanti, troppi stop per fastidi muscolari e infiammazioni varie.

La sua resistenza agli sforzi ravvicinati non è ancora al livello dei super top, come Alcaraz o Nadal. Anche la programmazione perciò dovrà essere diversa nel 2023, per permettergli di lavorare al meglio tappa dopo tappa. Il numero dei tornei (specie quelli minori, tra ATP 250 e 500) calerà sensibilmente rispetto a questa stagione, prediligendo la qualità alla quantità.

Jannik Sinner, la scelta è ufficiale: cambia di nuovo tutto per il futuro!

Sinner esultante
Jannik Sinner esulta per un punto (AnsaFoto)

Il primo cambiamento tangibile con il 2022 sarà l’assenza alla United Cup, la nuova competizione dedicata alle Nazionali, che andrà in scena in Australia dal 29 dicembre all’8 gennaio. In quel periodo ci si concentrerà sugli imminenti Australian Open, magari con qualche sessione di carico in più.

D’accordo col suo staff e potendo contare sulla scelta di non partecipare (non si viene convocati come per la Coppa Davis), Jannik avrà modo di presentarsi al top per il primo Slam dell’anno, su una superficie a lui particolarmente congeniale.

L’Italia nella United Cup sarà inserita nel gruppo E,  L’Italia è stata inserita nel gruppo E, vedendosela a Brisbane con Brasile e Norvegia. In caso di vittoria del girone si affronterà la vincente dell’altro girone (Polonia, Svizzera e un’altra Nazionale ancora da definire) per accedere alle semifinali. Senza Sinner a difendere i nostri colori saranno Matteo Berrettini e Lorenzo Musetti, che saranno affiancati da Martina Trevisan, Lucia Bronzetti, Camila Rosatello, Andrea Vavassori, Marco Bortolotti, Nuria Brancaccio.