“Gianluca Vialli è morto”, la notizia fa il giro del web ma la verità è un’altra

470

Gianluca Vialli è morto”, la notizia fa il giro del web ma la verità è un’altra.

Gianluca Vialli è vivo e vegeto. E’ bene partire da questo assunto per studiare a fondo uno strano fenomeno che sta prendendo piede sul web da almeno 48 ore a questa parte. Si sta diffondendo infatti a macchia d’olio la notizia secondo cui l’ex attaccante di Sampdoria e Juventus sarebbe morto.

Vialli
Gianluca Vialli (LaPresse)

Sconcerto e dolore si sono impadroniti dei milioni di appassionati di calcio e tifosi dell’ex attaccante della Nazionale e attuale vice del ct Roberto Mancini. La voce, dopo una semplice e immediata verifica, è stata seccamente smentita dal diretto interessato.

Il quale, va subito precisato, purtroppo non sta scoppiando di salute: da qualche anno a questa parte infatti, per la precisione dal 2017, Vialli combatte con un tumore al pancreas che non gli dà tregua.

Poco più di due anni fa sembrava che al termine di un sofferto e complesso ciclo di cure l’ex bomber blucerchiato e bianconero fosse riuscito a sbarazzarsi della malattia che purtroppo è invece tornata a fare capolino.

Ciononostante, Vialli ha continuato a fare quello che gli riusciva meglio anche da calciatore: combattere come un leone, lottare su tutti i palloni senza mai alzare bandiera bianca. E il suo enorme coraggio lo sta aiutando a lottare contro un male tremendo, che spesso non dà scampo alle sue vittime.

Gianluca Vialli non è morto, ma la malattia ha ripreso forza

Mancini e Vialli
Mancini e Vialli (LaPresse)

Ma Vialli non ha la minima intenzione di arrendersi, non è nel suo stile. Lo ha dimostrato quando, nonostante il ritorno del tumore lo avesse indebolito, è rimasto al fianco del suo amico ed ex compagno Roberto Mancini e dei giocatori della Nazionale che hanno conquistato gli Europei del 2021.

Un sostegno fondamentale quello di Vialli, soprattutto sul piano psicologico e delle motivazioni. Ora però c’è da riprendere la lotta contro il tumore che si è riaffacciato nella sua vita. “L’ospite sgradito“, come lo ha chiamato l’ex attaccante in una felice e ironica definizione.

Dunque, il Gianluca nazionale è chiamato adesso a ricominciare a combattere. Una lotta sempre più dura e difficile ma che non lo vedrà battagliare da solo: al suo fianco Vialli avrà tanti amici che sono pronti a sostenerlo in qualsiasi modo.

Gianluca Vialli, i tifosi lo spronano sui social

Vialli
Gianluca Vialli (LaPresse)

E poi ci sono i tifosi, gli appassionati di calcio che non smettono di spronarlo e incitarlo. Sui social in particolare, i profili di Gianluca Vialli sono letteralmente presi d’assalto dai suoi fan che lo invitano a non mollare mai, neanche di un centimetro di fronte all’incedere della malattia.

Da qui ai primi mesi del nuovo anno si saprà se il nuovo ciclo di potenti cure a cui l’ex attaccante azzurro si sta sottoponendo abbiano dato i risultati sperati o meno. L’intera sua famiglia, amici e conoscenti incrociano le dita in attesa di ricevere notizie confortanti.

Una cosa è certa però, Vialli è tutto fuorchè morto. Anzi, proprio in questi difficili momenti la sua smisurata voglia di vivere rappresenta la medicina migliore per combattere la malattia.