Milan, emergenza attacco: Lazetic unico disponibile

169

Una manciata di minuti nel finale dello scialbo 0-0 di Cremona e poi nulla di più, almeno in prima squadra. Perchè in Primavera invece, il bottino è di 5 reti in 382 minuti. Praticamente una ogni 76 minuti. Entro il 4 gennaio il Milan dovrà risolvere l’enigma Marko Lazetic. Troppo forte per giocare coi piccoli. Troppo piccolo, finora, per giocare coi grandi. Ma come spesso accade, il momento di crescere arriva all’improvviso.

Leggi anche: Quanto costa un biglietto per la finale Argentina-Francia

E allora Lazetic si ritrova oggi a essere fondamentalmente l’unico attaccante esente da problemi fisici e sicuro arruolato per la durissima trasferta dell’Arechi.

Milan, preoccupazione in chiave Supercoppa

Gli acciacchi di Origi e Rebic, la stanchezza mondiale di Giroud e il recupero a rilento di Ibra, fanno scoppiare la questione anche a Casa Milan: non è che a gennaio a Pioli serve una punta? Ovviamente prima di mandare in campo Lazetic da titolare, si proverà a recuperare qualcuno, cosa probabile, senza dimenticare le possibli soluzioni tampone, come Leao da 9 oppure persino Messias da punta, ruolo che ha già coperto tra i dilettanti, a Chieri e Gozzano, con ottimi risultati (terzo nella classifica cannonieri). Ma guardando più avanti di Salerno, il rischio è di ritrovarsi nudi in Supercoppa, il 18 gennaio e soprattutto a San Valentino a San Siro contro il Tottenham. E nel cielo di Milanello, viene già proietatto il segnale. S.O.S. Batman Ibra, salvaci tu.

Guarda i gol di Marko Lazetic con la Primavera del Milan su Sportitalia.com