Benzema Francia, ci eravamo tanto odiati

117

Karim Benzema e la Francia. Un amore mai sbocciato e giunto definitivamente ai titoli di coda. L’annuncio (leggi qui) nel giorno del suo 35esimo compleanno e a nemmeno 24 ore dalla sconfitta mondiale è solo il timbro dell’ufficialità su un rapporto che non mancherà a nessuno. Perchè nonostante 97 presenze e 37 gol, più fumo negli occhi che altro, a Benzema non mancherà la maglia blu, che gli era stata inibita dopo la brutta vicenda con Valbuena.

Leggi anche: Angel Di Maria e i gol in finale: tutte le soddisfazioni del Fideo

In fondo Karim ha trovato nel Real Madrid la sua Nazionale, arrivando anche a vincere il pallone d’oro. Ma ad onor del vero, tantomeno alla Francia mancherà Benzema, sempre visto come un corpo estraneo. Da Giroud a Mbappè, gli eroi non sono mai mancati. E i trionfi tantomeno. A mondiale finito, l’ennesima riprova: il calcio delle nazionali vive in un mondo parallelo rispetto a quello dei grandi club, come Real Madrid, Milan, Liverpool e Bayern, per citare i primi 4 più titolati in Champions. E la vicenda Benzema-Francia ne è il miglior esempio tangibile.