Allarme Mercedes, Lewis Hamilton tagliato fuori: tifosi senza speranze

408

Allarme Mercedes, Lewis Hamilton tagliato fuori: tifosi senza speranze. Ci sono ancora due mesi prima dei test invernali, ma l’aria è pesante

Perdere il Mondiale Piloti all’ultima gara e all’ultimo giro della stagione 2021 sembrava un caso isolato per la Mercedes ma in realtà è stato l’inizio di un incubo. Il team anglo-tedesco aveva concentrato tutte le forze su quella stagione e si è ritrovato ad inseguire nel 2022. Ma come sarà da marzo in poi quando la Formula 1 tornerà in pista?

Allarme Mercedes Lewis Hamilton
Allarme Mercedes, Lewis Hamilton tagliato fuori (Sportitalia.it)

I segnali sono stati incoraggianti, perché nel finale è arrivata anche la prima vittoria assoluta di George Russell nel GP del Brasile ad Interlagos e Mercedes ha lottato spalla a spalla con Ferrari. Red Bull però ormai era già scappata e soprattutto con Max Verstappen ha dimostrato di essere comunque superiore. Da qui si ripartirà per i primi test di fine febbraio a Sakhir, sede anche della prima gara stagionale.

In quali condizioni arriverà e il gap con la concorrenza sarà stato azzerato? Se lo chiedono in molti, anche per capire se effettivamente Lewis Hamilton sarà in grado di tornare a lottare per il titolo e battere lo storico record di Michael Schimacher prima di finire la carriera.

Allarme Mercedes, Lewis Hamilton tagliato fuori: Toto Wolff analizza il futuro

Uno dei pochi ad avere le risposte o almeno idee più chiare è certamente Toto Wolff. Il team principal Mercedes ha sempre fatto pretattica, anche quando le cose andavano molto bene, e quindi c’è da prendere tutto con la giusta tara. Però a sentire lui, la strada per rimettersi in pari è ancora lunga.

“La Red Bull è stata molto dominante durante la stagione, altrimenti non avrebbe vinto 17 gare. Quindi credo che sarà molto difficile avere un percorso per lo sviluppo più veloce del loro e di quello della Ferrari – ha detto al podcast Beyond the Grid – anche se credo nell’organizzazione. E credo che l’anno prossimo saremo più forti. Non è scontato, certamente”.

Wolff si augura di lottare per il campionato, ma possono riuscirci facendo il miglior lavoro possibile per tornare a essere competitivi. Lo devono anche ad un campione come Lewis Hamilton che alla Mercedes ha sempre dato tutto anche nei momento più difficili.

Toto Wolff
Toto Wolff è ancora molto preoccupato (Sportitalia.it)

E per lui Toto ha solo parole belle: “Ci sono stati momenti in cui la squadra si è sentita giù per le mancate prestazioni. Lui ha raccolto le persone e le ha motivate. Forse e un po’ come Michael Schumacher ai tempi della Ferrari e anche quando era con noi. Oppure Tom Brady nelle squadre di football americano, sportivi che diventano più di un semplice giocatore o pilota”

Allarme Mercedes, Lewis Hamilton tagliato fuori ma anche la Ferrari parte indietro: le parole di un grande ex

Mercedes alla finestra quindi, un po’ come la Ferrari che ha lottato alla pari nella prima parte della stagione, ma da quando non ha più sviluppato la monoposto è sprofondata. Il nuovo motore sarà ancora più potente anche se nessuno può garantire sull’affidabilità.

Ma c’è chi non crede che anche con l’arrivo di Fréderic Vasseur il Cavallino avrà una scossa. Lui è Norbert Haug, ex vicepresidente della Mercedes e avversario diretto di Jean Todt insieme a Ron Dennis in McLaren alla fine degli anni ’90.

Leclerc e Sainz all'attacco
Leclerc e Sainz
(Sportitalia.it)

“La Red Bull non sarebbe mai stata battuta dalla Ferrari. E non è un problema che la Ferrari abbia preso alcune strane decisioni strategiche nel corso dell’anno – ha detto a Rdn – e pasticciato in diverse soste. La Ferrari non avrebbe potuto ottenere un risultato migliore in entrambe le classifiche. Quindi per il 2023 non mi immagino una Ferrari vincente”.