Inter, Lukaku disattende le promesse: Inzaghi deve rischiare

67

Risposte insufficienti. Se l’anno era stato introdotto dalle dichiarazioni “bellicose” di Romelu Lukaku nei confronti di chi ne aveva criticato (lecitamente) l’impatto soft con il ritorno nel nostro campionato, la riposta arrivata dalla trasferta di Monza non ha certo contribuito a spegnere il focolaio delle critiche nei confronti del belga. Un problema non da poco per Simone Inzaghi e per l’Inter, che proprio sullo strapotere di Big Rom avevano costruito i loro programmi di successo in serie A dopo la beffa della passata stagione. I segnali positivi raccolti nel big match contro il Napoli sono stati disattesi dalla prestazione disastrosa fornita contro il Monza in cui l’attaccante non ha letteralmente azzeccato una singola giocata, soprattutto nel momento più delicato del confronto.

Segno di una condizione fisica ancora deficitaria, che non supporta le giocate che avevano invece caratterizzato l’epopea nerazzurra dell’attaccante. Problemi che possono essere risolti solo con la continuità di impiego e con l’aumento di fiducia a prescindere dall’esito delle prestazioni fornite. Un rischio che in casa nerazzurra devono correre per avere oggettive e realistiche speranze di riprendere in mano una rincorsa che dopo l’ultimo mezzo passo falso sembra essersi complicata in maniera quasi irrimediabile.