Max Allegri ha deciso, mossa speciale contro Spalletti: Napoli-Juve si accende

219

Max Allegri ha deciso, mossa speciale contro Spalletti: Napoli-Juve si accende. Tra poche ore la partita che può indirizzare la stagione

La squadra campione d’inverno contro quella più in forma del momento, mettendo insieme l’ultimo mese giocato nel 2022 e le prime due partite di quest’anno. Napoli-Juventus non deciderà lo scudetto ma indirizzerà la stagione di entrambe. Lo da bene anche Max Allegri che prepara una mossa speciale.

Max Allegri
Max Allegri ha deciso, mossa speciale contro Spalletti (Sportitalia.it)

Perché mai come ora, con il campionato che sta entrando nel vivo e gli spareggi di Europa League contro il Nantes che si avvicinano, il tecnico juventino ha bisogno di tutti. E finalmente anche dall’infermeria arrivano buone notizie.

La conferma è arrivata dallo stesso allenatore a poche ore dalla partenza per la Campania. Difficilmente qualcuno dei grandi assenti, come Pogba, tornerà prima della partita con il Monza, ma tra l’ottavo di Coppa Italia e la gara con l’Atalanta conta di riavere soprattutto Cuadrado.

E Chiesa? Sarà la mossa a sorpresa al Maradona: “Sta molto meglio, per questo sono contento. Se fossi certo che anche domani possa fare la differenza, a partita in corso, lo farei entrare a partita in corso. Ma non ho la palla magica. Quindi valuterò il momento e poi deciderò”.

Max Allegri ha deciso, mossa speciale contro Spalletti: ecco cosa chiede alla Juve

La Juve ha ritrovato da tempo la via della continuità, dei tre punti e di una difesa imperforabile. Tre indizi che incutono un certo ottimismo ma Allegri predica sempre prudenza: “Domani è un’altra partita. Nel calcio c’è una regola: quello che fai, il giorno dopo non conta più. Profilo basso e continuare nel nostro percorso di crescita”.

L’obiettivo finale non si sposta, perché lui la parola scudetto nemmeno la pronuncia. Quindi quarto posto per essere sicuri della Champions League e il resto si vedrà in corso d’opera. Intanto c’è il Napoli e lui si aspetta una festa del calcio anche se mette in guardia i suoi perché a Napoli le partite non finiscono mai, dice.

Juventus settima vittoria
Juventus, otto vittorie di fila (Sportitalia.it)

La verità è che da un po’ di tempo stanno finendo bene sempre per la Juventus e sempre negli ultimi minuti. Ma lui nega eh ci siano segreti particolari e indicazioni diverse tra un tempo e l’altro: “Niente da parte mia e dello staff no, la squadra cresce e vuol dire che stiamo bene fisicamente. E comunque domani sarà importante… per il Napoli.

Max Allegri sfida Spalletti, contro il Napoli sarà anche l’ultima partita di Andrea Agnelli prima del nuovo staff dirigenziale

Come usa solitamente fare, Allegri sposta il discorso dai singoli al gruppo: “La classifica dice che il Napoli è la squadra più forte, ha 44 punti ed è normale che siano i favoriti del campionato. Però due mesi fa nessuno credeva che la Juve potesse arrivare in queste condizioni a questa partita. Quindi manteniamo il profilo basso e pensiamo a lavorare”.

Sarà anche un confronto diretto tra due dei migliori allenatori italiani, numeri alla mano. Un livornese contro un fiorentino anche se il campanile toscano non c’entra questa volta: “Luciano è il migliore ad allenare e insegnare, lo sta dimostrando a Napoli e l’aveva già fatto a Roma e Milano. Ho grande stima di Spalletti, è talmente buffo e divertente che ogni tanto litighiamo come l’anno scorso. Io non sono un allenatore? Sì, ma è vero, faccio questo mestiere per sbaglio, dovevo fare un’altra roba”.

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (Sportitalia.it)

A Napoli però sarà anche il passo d’addio di Andrea Agnelli che con il nuovo Cda juventino diventerà un ex a tutti gli effetti: “I risultati, dal 2010 a oggi, parlano per lui. Io posso solo ringraziarlo perché mi ha dato la possibilità di allenare la Juve e di lavorare con lui per tanti anni, mi è stato vicino”..