Cambia la panchina di una Big, ufficiale l’esonero

Non c’è assolutamente pace per il top club che, nei giorni scorsi, ha ufficializzato l’ennesimo esonero di questa stagione 

Una situazione assolutamente complicata per la squadra che non sta vivendo affatto un ottimo periodo di forma. I risultati ottenuti fino a questo momento della stagione non hanno bisogno di alcun tipo di presentazione. A pagarne le spese, anche in questo caso, è l’allenatore a cui è stato dato il benservito.

Il Siviglia esonera Diego Alonso
Arriva un altro esonero sulla panchina del top club – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Il Siviglia cambia ancora e, dopo l’ultima sconfitta rimediata, ha deciso di esonerare Diego Alonso. L’uruguaiano  è stato sollevato dall’incarico. Una decisione sofferta, ma a quanto pare inevitabile. In molti si aspettavano che, con il suo arrivo, l’ambiente potesse risollevarsi. Ed invece questa tanto ed attesa scossa non c’è stata affatto.

Siviglia, si cambia ancora: esonerato Diego Alonso

Un inizio di stagione a dir poco da incubo per gli andalusi. Basti pensare che una manciata di mesi fa sollevavano, al cielo, l’Europa League ai danni della Roma di Mourinho battuta in finale. Poi ad agosto è arrivata ai rigori la sconfitta contro i campioni d’Europa del Manchester City per la finale della Supercoppa Europea. Nessuno si sarebbe mai immaginato che il Siviglia, proprio da quel momento, avrebbe avuto un tracollo non indifferente.

Il Siviglia esonera Diego Alonso
Diego Alonso esonerato dal Siviglia – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Prima, però, sulla panchina c’era Luis Mendilibar. Il 13 ottobre arrivò l’esonero per il 62enne che fece impazzire di gioia i tifosi con la conquista dell’ennesimo trofeo della loro storia. Poi qualcosa è cambiato. Al suo posto proprio Diego Alonso. Con quest’ultimo, però, non è che le cose siano cambiate in positivo. Anzi, decisamente il contrario. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la pesante sconfitta subita, in casa, in Liga contro il Getafe per 0-3.

Senza dimenticare anche l’eliminazione in Champions League in un girone non del tutto impossibile con Arsenal, PSV Eindhoven e Lens. Terminato con l’ultimo posto, senza neanche la possibilità di essere “retrocessi” in Europa League. Una settimana da incubo quella per la squadra spagnola che, dopo la sconfitta in Francia con il Lens, ne ha ricevuta un’altra pesante dal Getafe.

La società, nel frattempo, ha voluto ringraziare il sudamericano per il lavoro svolto insieme al suo staff. La situazione in campionato è a dir poco tragica: quart’ultimi a pari punti con il Celta Vigo (13), ad un passo dalla zona retrocessione. Il Siviglia ha bisogno di un cambio di rotta.