Alla scoperta di Tajon Buchanan, il nuovo esterno dell’Inter

L’Inter ha oramai acquistato Tajon Buchanan, mancano solo le visite mediche. È lui il rinforzo di gennaio per completare la rosa a disposizione di Simone Inzaghi. L’organico nerazzurro era rimasto “orfano” di Juan Cuadrado che, vittima di un problema al tendine d’achille, è dovuto ricorrere all’intervento chirurgico. Il colombiano ex Juventus starà fuori almeno sino a marzo e per questo, ma anche in previsione di un possibile addio di Dumfries in estate, l’Inter ha deciso di investire tre i 7 e gli 8 milioni (più bonus, fino a 10 milioni) immediatamente sul calciatore del Bruges. Il canadese era nel mirino dell’Inter già in estate.

CENNI BIOGRAFICI SU BUCHANAN

Tajon Trevor Buchanan è nato l’8 febbraio 1999 a Brampton, nell’area metropolitana di Toronto, in Canada. Ha cominciato a giocare a calcio fin da piccolo. Prima nella società di casa del Brampton. Successivamente si è spostato nella poco lontana Mississauga, dove ha giocato nei Falcons. Successivamente, dal 2015 al 2018 ha completato la sua formazione calcistica negli Stati Uniti prima al Real Colorado e poi nell’Università newyorkese di Syracuse. In questo periodo, è anche tornato brevemente in Canada nel Sigma FC. Successivamente ha optato per rendersi eleggibile al draft MLS, venendo scelto dai New England Revolution. Nel gennaio 2022 passa al Bruges, in Belgio per poco più di 6 milioni. In MLS ha fatto bene, rapendo l’occhio di Piero Ausilio che aveva provato ad acquistarlo prima in estate e ora ci è riuscito. Buchanan comincerà un nuovo capitolo della sua vita professionale dopodomani.

PERCHÉ L’INTER HA SCELTO BUCHANAN?

Il club nerazzurro ha scelto il giocatore del Bruges per via delle sue caratteristiche tecniche e fisiche. Il canadese nasce come esterno offensivo, arretrando progressivamente il suo capo d’azione per via della sua maggiore abilità nel giocare con grande spazio davanti a sé. Nell’ultima stagione ha giocato in tanti ruoli diversi: esterno o terzino destro o sinistro, ala, centrocampista centrale e mezzala. Tuttavia, quest’anno ha trovato la sua naturale collocazione come terzino destro. Come esterno basso di una difesa a quattro nel Bruges ha dimostrato di saper creare occasioni e superiorità numerica. Inoltre, ha una grande abilità nel gioco aereo.

Dal punto di vista fisico e tecnico. Buchanan nell’Inter si può integrare perfettamente perché ha una grande velocità e un’ottima capacità di dribbling. Una volta integrato negli schemi tecnici e tattici dell’Inter, Buchanan sarà un perfetto interprete del 3-5-2 della squadra nerazzurra. Dal nerazzurro del Bruges a quello dell’Inter, Tajon non dovrebbe avere difficoltà ad adattarsi. Il canadese, tra oggi e domani, sarà a Milano per le visite e per cominciare a lavorare a disposizione di Inzaghi.