Inter, si cerca solo un esterno: obiettivo Buchanan

In casa Inter, per stessa ammissione del DS Piero Ausilio, in queste settimane si guarda già al mercato di gennaio. La squadra nerazzurra ha una rosa completa e di grande affidabilità. Tuttavia, nello scacchiere nerazzurro nelle ultime settimane si è aperto un piccolo buco sull’esterno destro. I dirigenti di Via della Liberazione vorrebbero tappare questa falla creatasi alle spalle di Dumfries. Un problema dovuto ai problemi fisici che hanno perseguitato Juan Cuadrado che non sarà a disposizione un lungo periodo.

A Lecce il problema è stato temporaneamente tamponato con l’utilizzo del jolly Darmian a tutta fascia, ma non può certo bastare. Anche perché l’ex Manchester United è uno dei centrali più affidabili di Inzaghi che non vorrebbe rinunciarvi spesso nella posizione di braccetto.

INTER, CUADRADO FUORI ALMENO TRE MESI

Nei giorni scorsi, Juan Cuadrado, dopo i tanti problemi al tendine d’achille, ha deciso infine di mettere un punto finendo sotto i ferri. Operazione inevitabile, perché contro la Juventus era rientrato, giocando uno spezzone, ma soffrendo per il dolore. L’operazione svolta a cui si è sottoposto in Finlandia all’intervento risolutore. Una soluzione che però potrebbe richiedere un lungo periodo di stop e di riabilitazione: almeno tre mesi. Questo significa che Inzaghi non rivedrà il colombiano prima di marzo e con la Champions League la necessità di far riposare qualcuno aumenta.

ECCO IL PROFILO DI BUCHANAN

Ausilio non ha nascosto l’intenzione di sostituire Cuadrado, ma ha affermato che l’Inter si sarebbe guardata attorno. Niente di più “falso”. Il dirigente nerazzurro ha già le idee chiare. Un solo obiettivo: Tajon Buchanan, canadese del Bruges, classe 1999. È lui il nome che Ausilio ha messo nel mirino da tempo. Lui è l’uomo che non solo deve coprire la falla lasciata da Cuadrado, ma dovrà potenzialmente diventare il titolare della corsia destra nerazzurra nel prossimo futuro.

D’altronde in estate è difficile a Cuadrado venga proposto un rinnovo e Dumfries può ricevere offerte irrinunciabile per la dirigenza nerazzurra. In questo panorama, Marotta e Ausilio pensano che anticipare la concorrenza sul canadese e portarlo già oggi in Italia, potrebbe aiutare Buchanan ad adattarsi al calcio italiano. C’è un però ed è legato al costo del giocatore. I nerazzurri con l’arrivo di Pavard avevano esaurito il budget estivo. È dunque necessario uno sforzo della proprietà, a cui viene chiesto di poter offrire fino ad un massimo di 14 milioni per l’esterno del Club Bruges.

INTER, AVANTI CON QUESTO ATTACCO

Ausilio, oltre ad aver parlato della necessità di prendere un esterno, almeno a parola ha escluso colpi in attacco. Il reparto offensivo è il più bistrattato dalla tifoseria e non solo. Secondo buona parte dell’opinione pubblica, Sanchez e Arnautovic sono già inoltrati sul viale del tramonto e quindi sarebbe necessario un profilo più giovane.

L’Inter, da tempo, ha messo nel mirino Taremi del Porto, che la prossima estate si svincolerà a parametro zero. La concorrenza esiste e non farà sconti, ma l’Inter è convinta della bontà dell’operazione e insisterà. Il suo tentativo di forzare la mano col Porto sarebbe propedeutico ad un passaggio già a gennaio, ma al momento non c’è apertura dei lusitani a questa possibilità.

Impostazioni privacy